Vignola a RBN: "Italia, top player solo in difesa. Bernardeschi lo vedo a centrocampo"

15.10.2019 06:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Vignola a RBN: "Italia, top player solo in difesa. Bernardeschi lo vedo a centrocampo"

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Avanti Madama’, è intervenuto l’ex bianconero Beniamino Vignola: “La Nazionale? Difficile dire dove possa arrivare, la cosa confortante è che abbiamo visto una Nazionale che ha fatto vedere una serie di giovani che potenzialmente hanno una prospettiva molto interessante. Il fatto che ci siano dei giovani vuol dire che il futuro si può guardare con ottimismo. Devono ancora imparare tante cose, ma credo che questi mesi che ci separano dall’Europeo possano aiutarli a livello d’esperienza. Il fatto che giocano anche nelle squadre di club è molto importante, il futuro dovrebbe essere roseo anche per Mancini”.

Sulle altre Nazionali: “Hanno dei giocatori che sono già considerati dei top player, l’Italia come unici top player ha solo il reparto difensivo, gli altri sono tutti molto giovani. Sia Sensi che Barella stanno facendo bene con l’Inter, il termometro del calcio però è il campo e sarà il campo a dirci se saranno campioni, penso anche a Zaniolo della Roma. Il fatto di essere già qualificati aiuta. Sappiamo benissimo che gli zoccoli duri delle squadre di club sono fondamentali, credo che sia importante dare ai giovani la possibilità di fare esperienza e di cimentarsi con il calcio internazionale. Poi solo con i risultati si può crescere”.

Su Bernardeschi: “Il ruolo è molto difficile da capire, gioca da diversi anni e gioca in una squadra dov’è difficile la sua collocazione. Secondo me deve stare nella linea dei 3-4 centrocampisti, lo toglierei dal gruppo degli attaccanti. Sicuramente il ritorno di Douglas Costa toglierà spazio a qualcuno, Bernardeschi è fortunato che Cuadrado è stato tirato dietro”.

Su Ramsey: “Se non riescono a rimetterlo in piedi alla Juventus penso che per lui sarà molto dura, abbiamo visto che anche Khedira soffre di problemi fisici. Sicuramente il gallese arriva da un’annata difficile in Inghilterra, ritrovare il ritmo di gara è molto difficile. Mi auguro che recuperi perché potrebbe essere il giocatore di cui la Juventus ha bisogno. Potrebbe essere il rimpiazzo perfetto di Khedira”.