UEFA - Alcune delle squadre più forti d'Europa: non c'è la Juve

 di Giovanni Spinazzola Twitter:   articolo letto 13956 volte
© foto di Gaetano Mocciaro
UEFA - Alcune delle squadre più forti d'Europa: non c'è la Juve

Il sito dell'UEFA ha pubblicato l'elenco di nove delle squadre più forti che hanno scritto pagine importanti della storia del calcio: si inizia con l'Ungheria del 1950 fino al Barcellona di Pep Guardiola.

L'Ungheria degli anni '50 era guidata da Ferenc Puskas: vinse le Olimpiadi del 1952 e giunse seconda nella finale del mondiale nel '54. Negli anni '50 c'è anche un club che domina la scena internazionale; è il Real Madrid di Francisco Gento e Alfredo Di Stefano capace di vincere ben 5 Coppe dei Campioni consecutive, comprese tra il 1956 e il 1960. Agli inizi degli anni '60 s'impone sul palcoscenico del Vecchio Continente il Benfica guidato da una stella nata in Mozambico ma di nazionalità portoghese: è Eusebio, la Pantera Nera che porta a casa due Coppa dei Campioni (1961 e 1962). Gli anni Sessanta, poi, sono quelli della Grande Inter di Helenio Herrera; due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali nel biennio '64-'65. La più grande rivale di tutti i tempi viene battuta nella finale di Vienna: la doppietta di Sandro Mazzola e la ciliegina di Aurelio Milani piega il Real Madrid 3-1 (inutile il gol di Felo). Negli anni '70 è l'Ajax di Johan Cruijff, Neeskens e Kaizer a rubare la scena internazionale, con tre Coppe dei Campioni consecutive (nel '73 battuta in finale la Juve di Bettega). L'epopea dei Lancieri viene stoppata dal Bayer Monaco: Franz Beckenbauer, Gerd Müller e Sepp Maier guidano i bavaresi a tre coppe consecutive (dal '74 al '76). Gli anni '80 portano la firma del milan di Sacchi; il tecnico italiano rivoluziona il calcio italiano ed europeo anche grazie ai campioni del calibro di Ruud Gullit e Marco Van Basten, coloro che segneranno una doppietta a testa nella finale dell'89 con la Steaua Bucarest (4-0). L'anno dopo: Frank Rijkaard, trio olandese, 1-0 al Benfica, Milan sul tetto d'Europa. Il Real madrid, però, si riprende la scena tra la fine degli anni '90 e l'inizio del nuovo Millennio: tre Champions League in cinque anni (1998, 2000, 2002) con le firme di Raùl, Figo, Roberto Carlos, Salgado, Zidane, Ronaldo, Beckham. E' il 2008 ed inizia il ciclo del Barcellona di Pep Guardiola: Champions nel 2006, 2009 e 2011.