Trezeguet su Maradona: "Da piccoli volevamo tutti essere lui. A Berlino mi consolò dopo il rigore sbagliato"

30.10.2020 17:40 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Trezeguet su Maradona: "Da piccoli volevamo tutti essere lui. A Berlino mi consolò dopo il rigore sbagliato"

Diego Armando Maradona, da molti ritenuto il più forte calciatore di tutti i tempi, compie proprio oggi 60 anni. France Football ha dedicato un numero speciale al Pibe de Oro. Tra i giocatori che hanno riservato all'ex calciatore un pensiero c'è stato anche David Trezeguet, ex attaccante della Juventus: "Da piccolo, sui campi di periferia, all'uscita da scuola, giocavamo il Mondiale dell'86 tutti volevamo essere Maradona. Una delle prime immagini che ricordo è quella di Diego che solleva la Coppa del Mondo davanti alla folla, sul bacone de la Casa Rosada, sede del governo argentino. Non dimenticherò mai le scene di giubilo che hanno accompagnato i campioni. Nel 1998, quando ho sollevato lo stesso trofeo, mi sono visto al posto di Diego in Messico. Mi ricordo anche il ritorno in albergo la sera della nostra sconfitta nel 2006: mia madre mi disse che c'era qualcuno che voleva parlarmi, era lui. Mi attendeva nel salone, fu la prima volta che lo vidi in carne e ossa e fui impressionato dal suo carisma. Mai nessun altro essere umano mi ha trasmesso un'energia simile. È difficile da spiegare, è magnetico. Abbiamo parlato tutta la notte, mi ha detto che tutti i più grandi hanno sbagliato rigori decisivi: lui, Platini, Baggio. Le sue parole mi hanno confortato e mi hanno spinto a ripartire".