Sconcerti: "Dybala in stand by? L'Inter deve prima vendere"

22.06.2022 17:50 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Sconcerti: "Dybala in stand by? L'Inter deve prima vendere"
TuttoJuve.com

A TMW Radio, durante Maracanà, è arrivato il momento del direttore Mario Sconcerti. Ecco le sue parole:

Napoli più fermo rispetto alle altre?
"Credo che si debba guardare il quadro complessivo. Per adesso si sono rinforzate ma tutte hanno perso qualcosa. L'Inter ha preso Lukaku ma ha perso Perisic. Il Napoli ha preso dei giocatori importanti e ne sta trattando altri. Indubbiamente pesa la posizione di De Laurentiis sugli ingaggi ma poi vedremo alla fine. Tutte però devono vendere".

Si va verso un mercato sostenibile, anche in casa Milan. 50 milioni per il mercato sufficienti?
"Beati loro, 50 sono tanti. In un mercato si vende anche, quindi potenzialmente è ottimo. Sono tempi molto diversi rispetto al passato, puoi comprarci giocatori importanti con queste cifre. Per fare un buon mercato devi anche vendere bene, non basta solo acquistare".

Perché Dybala messo in stand-by dall'Inter?
"Credo che Dybala sia così perché prima devono vendere e non possono correre il rischio che rimanga Sanchez, Correa o Dzeko. Credo che prima debba vendere Sanchez, Marotta ha detto che Lautaro è imprescindibile e devo crederci. Magari è una tattica per aumentare la cifra, ma credo che l'argentino possa rimanere e che i sacrificati siano Skriniar e Dumfries".

Venderebbe più Skriniar o Bastoni a parità di cifre?
"Non sono convinto fino in fondo Bastoni, ma alla fine conta chi ha più mercato. Skriniar è di livello europeo, è una bella plusvalenza ma poi dovresti dare la metà per Bremer. Per ora l'Inter sta facendo una campagna raffinata, con colpi importanti. Vedremo alla fine".

Come cambia l'Inter ora?
"Inzaghi credo abbia da cambiare poco per il suo schema. Dybala va considerato nei 13 titolari. Credo che il 3-4-1-2 sia lo schema fisso. Quello che resta da capire è che servono due centrocampisti come Brozovic e Barella. O qualcuno fa un sacrificio e scala sull'esterno o la presenza di Dybala elimina o uno degli esterni o Calhanoglu".

Inter, Lukaku è un capolavoro di Marotta?
"E' un qualcosa di raffinato. Riuscire a prendere, pagando l'ingaggio, un giocatore che un anno fa ti ha portato 115 milioni è una preoccupazione del Chelsea e non dell'Inter. Poi l'Inter cederà qualcuno per fargli posto, non ci sono dubbi".

Roma e Lazio, come si stanno muovendo?
"La Roma ci ha abituato a non fare colpi, viene costruita sugli uomini di Mourinho. Oggi di grandi giocatori che ti fanno fare subito il salto di qualità non ci sono. La cosa è importante è comprare giocatori di qualità e forza fisica, per poi vedere la differenza che ti porta. Il colpo oggi è molto raro".

Fiorentina, rinnovo con Italiano. Che mercato si aspetta ora?
"E' da tempo che si lavora, così come sui nomi da prendere. Ora avranno in mercato intenso se vogliono arrivare al ritiro con una rosa quasi fatta".