Sconcerti a TMW Radio: "La Juve ha già dato via Higuain e Pjanic, anche se non ufficialmente"

25.05.2020 17:20 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Sconcerti a TMW Radio: "La Juve ha già dato via Higuain e Pjanic, anche se non ufficialmente"

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, il giornalista Mario Sconcerti ha fatto il punto su alcuni dei temi più caldi del momento:

Il futuro di Allegri. Lui propende per la Francia: cosa pensa in merito?
"Pensavo che fosse abbastanza avanti con lo United. Poi Solskjaer non è andato male. Se riuscisse a far vincere il Psg la Champions, farebbe una grossa impresa. Ed è quello che manca ai francesi. Allegri è forse tra i migliori tecnici che abbiamo. Può andare ovunque. Lui credo cerchi una squadra senza limiti, cosa che non ha avuto dalla Juventus. Ma ora tutte sono un po' con il braccino corto. Ho l'impressione che debba andare dove può sistemarsi e fare bene".

Sarebbe uno smacco se Allegri vincesse la Champions in Francia e non alla Juve?
"Il campionato francese è un campionato di un'altra dimensione rispetto al nostro, è indietro. E questo frena il Psg. Per vincere, servono soldi, questo è vero. Ma per vincere, ci sono anche altri che perdono. E alla fine vince uno solo".

Al Psg non serve un allenatore diverso?
"Allegri andrebbe benissimo lì. Allegri è uno che riesce sempre a fare la squadra e a farla rendere".

Ripresa del campionato: avrà comunque un valore il successo?
"Conta comunque".

Una situazione come questa può favorire comunque un allenatore preparato come Sarri?
"Nessuno si farà trovare impreparato. Se il campionato è sconosciuto, la Champions è altrettanto un rebus. Dobbiamo ancora capire come e se si svolgerà. Secondo me favorisce i meno forti. Più aumenta la casualità, più si incide sulla forza. Potrebbe venire fuori anche una squadra come l'Atalanta. La Juve partirà con un handicap: ha già dato via Higuain e Pjanic, anche se non ufficialmente. La storia del bosniaco è sbagliata. Sarri lo giudica lento e non vuole farlo giocare neanche mezzala, ma è uno dei più forti in Europa in quel ruolo".