Sconcerti a TMW Radio: "Conte è una persona diversa rispetto a quando era alla Juventus. Gasperini perde spesso le staffe"

14.04.2021 17:40 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Sconcerti a TMW Radio: "Conte è una persona diversa rispetto a quando era alla Juventus. Gasperini perde spesso le staffe"
TuttoJuve.com

A 'Maracanà', nel pomeriggio di TMW Radio, è intervenuto direttore Mario Sconcerti.

Cosa ha detto Psg-Bayern?
"Avevo scommesso sul Bayern ma ho perso. Ero convinto che passasse. E' stata una gran bella partita, la partita dei grandi giocatori. La differenza con la Serie A è nettissima, ma c'è differenza anche con tutti gli altri. E mancavano anche diversi grandi elementi. E' ingiusto rapportarci alle migliori, la qualità di un movimento si giudica dalla qualità media e non dai vertici. Abbiamo perso tanto noi. Non abbiamo più grandi tecnici, ad esempio. E' un momento in cui siamo pieni di difficoltà".

Cosa manca al calcio italiano?
"Abbiamo perso tanti anni dietro al possesso palla, nella convinzione che tenendo la palla tu controlli la partita, ma non è così. Si imita male Guardiola e in ritardo di dieci anni. Non ci siamo nemmeno accorti che non gioca più così nemmeno Guardiola. Ci teniamo il possesso palla perché così evitiamo di pensare".

Cosa chiederebbe al calcio italiano per prima cosa?
"Ha dimostrato che ha qualità, il 10% ne ha di più e fa la differenza. La qualità di base devi riuscire ad abbinarla alla velocità. Devi essere veloce con la palla e col pensiero, e per questo gioco di prestigio ci vuole tanta qualità. E poi ci vuole fisico". 

Conte in cosa ha migliorato l'Inter?
"E' migliorato intanto lui. Rispetto al primo scudetto della Juve trovo una persona totalmente diversa. E poi opera in una società in cui è fondamentale, mene alla Juventus gli chiedevano semplicemente di allenare. Non è un caso che quando si sono ammalati tutti e il presidente non c'è stato, lui è diventato l'Inter in maniera completa".

Guai per Gasperini per lo sfogo durante il controllo antidoping. Che ne pensa?
"Lo conosciamo ormai, non so come è andata esattamente ma è uno che perde le staffe e resta sui propri princìpi. E' impetuoso e viene spesso multato anche durante le partite. Ma gli viene giustamente perdonato tutto".