Monti: "Nazionale, il cammino è lungo ma il talento c'è: da Bernardeschi a Donnarumma e Barella"

12.10.2018 15:20 di Rosa Doro Twitter:   articolo letto 6571 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Monti: "Nazionale, il cammino è lungo ma il talento c'è: da Bernardeschi a Donnarumma e Barella"

Andrea Monti, direttore de La Gazzetta dello Sport, a margine dell'apertura del Festival dello Sport di Trento ha parlato ai microfoni di RMC Sport della nazionale di Mancini: "Queste sono partite che contano quello che contano, bisogna prenderle per quello che sono. La Nazionale non ha giocato troppo bene, ma non bisogna deludersi. C'è un cammino da fare, ieri abbiamo visto che questo cammino è iniziato, ma anche capito che è lunghissimo. Sono tanti i ragazzi che Mancini sta provando e anche a livello tattico va trovata ancora la giusta sistemazione. La strada è lunga, ma non proibitiva. I talenti non mancano: da Bernardeschi a Chiesa, Insigne, Donnarumma e Barella. Il centrocampista del Cagliari mi ha fatto come sempre un'ottima impressione. I talenti ci sono, ma conta metterli insieme e trovare uno spirito di squadra. Ricordiamoci che nel 2006 abbiamo vinto il Mondiale non perché avevamo i più forti, ma perché eravamo la squadra più unita".