LIVE TJ - MONTEMURRO: "La squadra è molto carica per questa partita" GIRELLI: "Non vediamo l'ora di giocare questa partita"

07.12.2021 17:33 di Camillo Demichelis Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - MONTEMURRO: "La squadra è molto carica per questa partita" GIRELLI: "Non vediamo l'ora di giocare questa partita"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Cristiana Girelli e Joe Montemurro hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Chelsea. TuttoJuve.com sta seguendo l'evento in diretta:

Arrivate più consapevoli a questa partita?

"La vittoria di Wolsfburg ci ha dato ancora più consapevolezza. Non vediamo l'ora di giocare questa partita".

Che periodo stai vivendo? 

"A me piace sempre giocare e poter avere continuità di prestazione è qualcosa per cui devo ringraziare il mister. Inoltre, devo ringraziare la squadra che mi mette nelle condizioni migliori possibili. Già prima mi sentivo bene nei meccanismi, anche se ovviamente per un'attaccante parlano i numeri. Questo nuovo modo di giocare lo apprezzo da sempre. Io sono empre a disposizione del mister è faccio quello mi chiede che è sempre di più e sempre più bello. Il suo calcio richiede disciplina e concentrazione".

Immaginavate di potervi giocare la qualificazione?

"Sapevamo che era molto difficile, ma dentro di noi c'era questa voglia di provarci. Comunque vada domani non è finita qui, non era finita nemmeno a Wolsfburg adesso dobbiamo portare a termine il lavoro e abbiamo 180 minuti per farlo".

Come ti trovi nei meccanismi di Montemurro? 

"Quella del mister è un'altra filosofia ma siamo ragazze intelligenti e in ogni allenamento mettiamo la giusta attenzione. Il mister con la sua disponibilità ha creato il giusto meccanismo. Sapevamo che il 6 a 0 contro il Barcellona sapevamo che era uno step da fare. Siamo ancora al 40/60% delle nostre potenzialità".              

Che sensazione danno 50 partite da imbattute?

Sicuramente è bello. Mi ricordo tutte le partite e non capita di vivere queste partite e me le ricordo benissimo. Mi sento pronta a vivere questi palcoscenici nella squadra migliora d'Italia. Dalla prima partita che ho giocato è cambiato tantissimo e spero di giocare tanti anni per vivere ancora queste emozioni".

Che obiettivo personale e di squadra ti manca?

"Sento di non aver fatto ancora nulla c'è ancora tanto da fare. A livello personale devo ancora migliorare, stupire e segnare. Sogno di giocare la finale di Champions League. Tutto questo passa dal lavoro e dalla voglia di migliorarsi sempre".

La partita di domani è quell da giocare come una finale?

"Le abbiamo giocate tutte cosi. Forse quella di Wolsfburg era ancora più importante, però fare risultato qua sarà cruciale per la qualificazione. Ci giocheremo tutto a casa nostra con il Servette".

Termina la conferenza stampa di Cristina Girelli

Inizia a parlare Montemurro

Come sta la squadra?

"La squadra è molto carica per questa partita. Abbiamo vissuto una settima importante in campionato ma la Champions è di un altro livello. La squadra è pronta".

Che emozioni ha nel tornare a Londra da allenatore della Juventus?

"Mi è mancata molto la pioggia (Ride). Ovviamente è molto emozionante. Londra è sempre nel cuore stvo aspettando questa sfida e non vedo l'ora sia domani. Poter portare alla qualificazione la squadra mi da tante emozioni".

Ha chiesto alla squadra di fare qualcosa di diverso rispetto alla partita di andata?

"Non possiamo sbagliare dal punto di vista tecnico  tattico. Voglio che giochino con un sorriso perché questi momenti sono importanti per la loro carriera. Dobbiamo prendere la partita con un sorriso e attenzione per i dettagli".

Quanto credete alla qualificazione?

"Io ho sempre creduto di andare avanti. Credo nelle ragazze e nel nostro lavoro, possiamo portare avanti qualcosa di importante. Fare tre volte prestazioni molto importanti ci fa capire che stiamo crescendo. Siamo qui per imparare e per noi è stato un salto importante e siamo vicini e possiamo passare".

È impossibile pensare che possiate vincere 2-0?

"I calcoli li faccio fare al mio stff. Io mi preparo i dettagli per far fare alle ragazze la prestazione più bella possibile. Siamo ad un livello che se sbagli ti puniscono. Sarebbe bello vincere per 2-0 m noi non simo qui da favoriti e siamo una squadra che deve crescere".

Le differenze tra Arsenal e Juve?

"Sai quanto è stato difficile lasciare l'Arsenal, ma era un momento dove ero stanco e avevo bisogno di una pausa. C'erano 3/4 progetti che mi stimolavano a ripartire e la Juventus era uno di quelli. Sono stato accolto in maniera fantastica, io devo solo continuare a lavorare umilmente, imparare e portare dei risultati. Insieme a queste giocatrici fantastiche possiamo costruire qualcosa di speciale alla Juventus"

Con che mentalità la Juve affronterà il Chelsea?

"Il nostro obiettivo è sempre quello di sorprendere. Per me conta sempre più la prestazione e la crescita perché se facciamo un paio di prestazioni consecutive vuol dire che stiamo crescendo. Veniamo qua a giocarcela contro una delle squadre più forti d'Europa. Non so cosa succederà domani ma saremo organizzati e pronti"

Ci dice qualcosa su Julia Grosso?

"Arriva qua con noi come giocatrice d'esperienza, anche se è giovane. È una centrocampista diversa dalle nostre, mancina è tecnicamente forte. Ha delle idee di gioco come Marchisio"

Ci descrive il calcio italiano?

"La scuola italiana è famosa in tutto il mondo, per il livello dei dettagli. C'è una profonda cultura tattica, i giocatori iniziano presto ad essere concentrati sulla tecnica e tattica. È diversa dal calcio inglese dove si dà più importanza alla fisicità, qui si cerca di contenere e usare la tattica per cambiare la partita. In Italia il calcio è dappertutto"

Il nuovo format della Champions vi aiuta a crescere?

"Il nuovo format, che permette di giocare più partite, aiuta tanto a crescere. Hai 6 partite, non è più una partita secca. Mi piace di più, è una vera Champions League e permette di pianificare il mio lavoro"

Termina la conferenza stampa di Montemurro ​