Lippi: "Cosa è mancato alla Juve per vincere la Champions quest'anno? La fortuna di avere a disposizione i giocatori importanti. Allegri? Vincere non è mai facile"

24.04.2019 11:05 di Giuseppe Giannone   Vedi letture
Lippi: "Cosa è mancato alla Juve per vincere la Champions quest'anno? La fortuna di avere a disposizione i giocatori importanti. Allegri? Vincere non è mai facile"

Marcello Lippi, ex tecnico, tra le altre, della Juventus e della nostra nazionale, parla, intervenuto a "Radio 2", anche dei bianconeri: "Il 1996? Fu la prima grande soddisfazione internazionale. L'anno prima vincemmo campionato e Coppa Italia, poi trionfammo in Coppa dei Campioni e l'anno dopo alzammo la Coppa Intercontinentale. Per vincere la Coppa dei Campioni ci vogliono dei grandi giocatori e poi serve un grande senso di appartenenza, la voglia di mettersi a disposizioni l'uno dell'altro. Quei ragazzi lo fecero, e infatti salirono sul tetto del mondo. Cosa è mancato alla Juve per vincere quest'anno? La fortuna di avere a disposizione i giocatori importanti nel momento decisivo. Chiellini ad esempio per la Juventus è importante quasi come Ronaldo e con l'Ajax non c'era. Quale finale rigiocherei? Juve-Milan, la finale che abbiamo perso ai rigori, quella lì ha lasciato tanto amaro in bocca. Allegri? Chi vince ha sempre una grande qualità, vincere non è mai facile. E mi riferisco ad Allegri. Molti lo criticano dicendo che le sue squadre non giocano bene, ma le sue squadre giocano per vincere e vincono sempre. Ancelotti è molto bravo, ha vinto in diverse nazioni. Anche Spalletti è molto bravo. Tra i giovani mi piace De Zerbi, fa giocare molto bene le sue squadre. Certo, più i giocatori sono importanti e forti, più è difficile creare certi automatismi".