Italia-Cina 2-0, le pagelle. Galli ci ha preso gusto, Linari e Gama perfette

25.06.2019 19:58 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Italia-Cina 2-0, le pagelle. Galli ci ha preso gusto, Linari e Gama perfette

Giuliani 7: sta diventando l'idolo delle masse. E dire che si diceva che il portiere fosse spesso un limite e quasi mai un surplus. Lei è sempre decisiva, sempre insuperabile, sempre attenta. Anche quando serve il coraggio.

Guagni 7.5: di testa le prende tutte. Gli uno contro uno li vince tutti. Quando va in anticipo  sembra leggere il futuro. Pazzesca. Il tutto condito dalla consueta qualità quando accarezza il pallone.

Gama 7.5: la difesa azzurra sembra un muro di gomma. Tutto quello che arriva viene ricacciato indietro. Lei ci mette la solita grinta, ringhiando sulle avversarie e strappando palloni a non finire con una naturalezza quasi da videogame. Simbolo, leader. 

Linari 7.5: qualche sbavatura in più di Gama, ma la cosa pazzesca è che ogni singola imprecisione la sistema personalmente. Senza affanno. Quando la Cina si fa vedere, trova sempre le sue chiusure perfette. E trasmette anche a chi la guarda una sensazione di insuperabilità che entusiasma da morire.

Bartoli 7.5: decisiva nell'azione del gol del vantaggio, chiude più volte la porta in faccia a Li, che sembra l'avversaria più in palla. Segue l'andamento delle compagne di reparto, sfoderando esattamente la partita che serviva.

Bergamaschi 7: guerriera, non sbaglia niente. Finché ne ha combatte, prende calci, ma non li rende mai al mittente. Piuttosto ruba palloni, scappa via nelle praterie che è brava a crearsi e si rende anche pericolosa, chiamando Peng al grande intervento. Prova di alto livello (63' Mauro 6: corre, combatte, dà quello che serve)

Giugliano 7: aiuta la difesa, ma soprattutto offre sempre lo scarico perfetto per uscire della pressione cinese. Tanta qualità, con alcune giocate decisamente da highlights, e tanti recuperi importanti.

Cernoia 7: ha la capacità di fare sempre quello che serve quando serve. Il suo mancino l'abbiamo elogiato a più riprese, così come il suo spirito di sacrificio che resta negli occhi. 

Bonansea 6: bene nelle sponde e nell'apertura degli spazi, con le cinesi che spesso e sovente triplicano su di lei. Soffre un po' l'intasamento degli spazi, ma non rinuncia mai a entrare attivamente nel cuore dell'azione azzurra. Non brilla, ma l'impegno è encomiabile (70' Rosucci 6.5: due chiusure importanti, tanta corsa. Questo giorno se lo ricorderà per sempre)

Giacinti 7.5: segna, ma non vale. Ci riprova, ma la palla esce di poco. Al terzo tentativo ci mette fame ed è al posto giusto al momento giusto, da killer dell'area di rigore. Intorno alla rete tantissimo sacrificio.

Girelli 6: il cambio tattico non la avrà fatto molto piacere, ma finché è in campo fa il suo dovere. Si abbassa con intelligenza e cerca con puntualità Giacinti negli spazi (39' Galli 7.5: le cose potevano complicarsi, l'ombra della Cina cominciava a diventare fastidiosa, ma il suo sorriso ha cancellato tutte le paure. Così come il suo destro perfetto, chirurgico, potente. Che non lascia scampo alle avversarie. Poi è la solita Yaya)

All. Bertolini 7.5: la sua Italia non si ferma. Vince ancora, convince sempre di più, entusiasma e mette qualità e attenzione in ogni fase della partita. I cambi sono quelli giusti, l'interpretazione pure.