Gozzi a Jtv: "Che emozione l'esordio con la Juventus"

25.02.2021 20:10 di Benedetta Demichelis   Vedi letture
Gozzi a Jtv: "Che emozione l'esordio con la Juventus"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Paolo Gozzi ha parlato ai microfoni di Jtv: 

Come valuti l'impatto con il mondo dei professionisti?

"Il primo impatto è stato buono. Ho subito un infortunio che mi ha un po' frenato. Però tutto sommato l'anno sta procedendo bene. Mi trovo bene con la squadra e con tutti i miei compagni ho un buon rapporto. Sono contento".

Qual è la tua analisi sull'ultimo pareggio?

"Domenica secondo me abbiamo messo poca intensità. Poi loro si chiudevano molto e dovevamo a farli muovere. Ma questo non è successo ed è arrivato un risultato molto negativo per noi. Perché comunque dovevamo vincere per rimanere più su possibile. Però si gioca ogni tre giorni e c'è sempre una nuova possibilità".

Se ti dico Spal - Juve qual è il tuo primo pensiero?

" Un'emozione bellissima, esordire con la Juve non capita a tutti".

Come ti aspettavi la serie C?

"Ho parlato anche con Rafia che l'ha già fatta l'anno scorso e mi ha detto che era una categoria molto dura. C'è molta più intensità, c'è gente con più esperienza. Mi aveva detto che era difficile però secondo me posso continuare a crescere. È un buon campionato".

Che compagni hai trovato?

"Qualche elemento del gruppo lo conoscevo già e mi sono integrato benissimo. Siamo quelli più esperti. Siamo un gruppo unito, siamo tutti forti e sono contento di allenarmi e giocare con loro. Poi ci sono tanti compagni stranieri che sono arrivati quest'anno e io ho cercato di aiutarli il più possibile parlando inglese o il francese e questo ci ha aiutato a diventare più amici".

Ci racconti il rapporto con Mister Zauli?

"Io mister Zauli l'ho già avuto l'anno scorso in primavera. È un ottimo mister e sono contento che lui sia il mio mister anche in Under 23. Sono contento di poter lavorare con lui perché mi fa e ci fa crescere tutti sotto ogni aspetto tecnico e caratteriale".

Qual è la differenza più grande tra la Primavera e l'under 23?

"La differenza più grande che ho notato è l'esperienza. Vedi giocatori più grandi che hanno fatto carriera. Questa è la differenza più grande tra Primavera e Under 23".

Quali sono gli obiettivi per il futuro?

"Gli obiettivi per il futuro sono quelli di giocare il più possibile in una squadra che sia qui o altrove. Sai diventare calciatore a tutti gli effetti".

C'è un calciatore a cui ti ispiri?

"A me piace molto Kipembè che gioca al Psg e anche Umtiti del Barcellona. Invece della Juve mi piace molto per la sua attenzione e per la fase difensiva Giorgio Chiellini".

Domenica contro il Lecco che gara ti aspetti?

"Sarà una gara difficile. In questo campionato non esiste una gara facile. Loro sono una buona squadra. Ma noi ci alleniamo tutti i giorni con grande intensità e sono sicuro e se mettiamo in campo tutti quanti il massimo non ci saranno problemi".