Gazzetta - Sarri chiarirà con Ronaldo in privato

12.11.2019 08:00 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gazzetta - Sarri chiarirà con Ronaldo in privato

Su Gazzetta spazio alla vicenda Ronaldo. Sarri non ha intenzione di ingigantire l’accaduto in pubblico, anche se è deciso nell’andare a fondo in privato. Con la sua concezione “ugualitaria” del gruppo, che non va poi così a genio a Cristiano, poco incline all’idea di essere “primus inter pares”. L’equilibrio tra i due non è dei più semplici, ma da questa intesa sottile tra campione e allenatore passa il futuro dei bianconeri. Di certo, però, ora la Juve è un rullo e se ne sono accorti più o meno tutti: “Sarri è fantastico e migliorerà ancora la sua squadra”, ha detto ad esempio a Nyon Unay Emery. E i metodi sarristi hanno pure convinto i tifosi ,un tempo annegati nello scetticismo: in tanti sui Social hanno apprezzato il cambio della discordia. Cristiano, però, appartiene a una categoria unica, abita un microcosmo diverso: in lui ego e talento si nutrono reciprocamente. Dal primo giorno a Torino, almeno a parole, Sarri ha infatti provato a coccolarlo come si fa col migliore della classe. «Ho solo un indispensabile», ha detto subito. Del resto sa che, quando tornerà al top, sarà pur sempre CR7 a dover spostare le montagne. Al di là dello psicodramma di domenica, qualcosa covava già sotto la cenere: non è certo Sarri il modello di allenatore che soddisfa il narcisismo di Cristiano. Un po’ per quel rigore democratico anche in allenamento, un po’ perché al 7 diverte più l’agonismo che le lunghe sedute tattiche. Si tratta di differenti punti di vista in partenza, ma avvicinabili per strada e per il bene della Juve. Lo sa soprattutto quel signore con sciarpa e cappotto, elegantissimo come Signora richiede: ha lasciato Nyon alla stessa maniera in cui era arrivato, col sorriso sornione.