Di Caro: "La stagione della Juve è un calvario, urge una rivoluzione: Pirlo non sa dove mettere le mani"

10.05.2021 15:10 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
Di Caro: "La stagione della Juve è un calvario, urge una rivoluzione: Pirlo non sa dove mettere le mani"
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Nel suo editoriale per La Gazzetta dello Sport, Andrea di Carlo sulla Juventus scrive: "La stagione della Juve è un calvario, una via crucis tra vittorie stentate, pareggi stiracchiati, k.o. clamorosi. Quella contro il Milan non è solo una sconfitta, è una debacle, una umiliazione sportiva per il risultato finale (3-0) e per come è maturato. Vincere sempre non si può, dopo 9 anni scudetti di fila ci sta fermarsi, è umano, prima o poi doveva accadere, ma così è troppo. Il problema non è più il distacco siderale dall’Inter di Conte (ah Conte... se pensiamo che la Juve poteva riportarlo in bianconero due anni fa), il problema si chiama addio alla Champions. Altro che Super League, il progetto tanto ambizioso quanto arrogante che rischia di costare caro ai tre club ancora arroccati nella sua difesa (Juve, Real e Barcellona). Tra i tanti errori commessi quest’anno dalla dirigenza il più grande è la scelta del tecnico: si è sottovalutata la fatica di Sarri per vincere. E invece di rilanciare con un allenatore solido, ci si è affidati a chi una panchina non l’aveva mai vista. Pirlo, che ha tutte le scusanti dell’esordiente, non è però migliorato durante la stagione. Andrea dà la sensazione di non sapere bene dove mettere le mani. L'uscita dalla Champions sarebbe un ulteriore bagno economico, già si parla di una nuova richiesta ai giocatori di spalmare gli emolumenti, come avvenne lo scorso anno. Dal caso Suarez in estate, ai risultati in campo, al flop della Superlega... È successo di tutto. In casa Juve c’è aria di rivoluzione: necessaria per ricominciare".