De Laurentiis contro tutti: da Mertens a Callejon, fino a Insigne

17.10.2019 20:50 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
De Laurentiis contro tutti: da Mertens a Callejon, fino a Insigne

Aurelio De Laurentiis non le ha mandate a dire ai suoi giocatori. Il presidente del Napoli oggi si è concesso ai microfoni dei cronisti non ha risparmiato critiche molto pesanti a Lorenzo Insigne: "Io lascio vivere. Il problema di Insigne e di Raiola non lo risolve De Laurentiis, ma lo deve risolvere Insigne in primis, che deve capire da grande cosa vuole fare. Ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli. Io lo capisco, lo proteggo, mi piace, mi sta molto simpatico, però ha sempre sentito scomoda la situazione napoletana, fin dall'epoca di parecchi anni fa. Allora voglio dire che bisogna che lui si tranquillizzi e diventi una persona più serena. Ma è un problema suo, non glielo può risolvere né Raiola né Ancelotti. E' un grandissimo calciatore e può essere più in forma o meno in forma. Se è meno in forma, a giudizio dell'allenatore che non lo utilizza, non può uscirsene Insigne con battute o atteggiamenti quasi di sfida. L'allenatore è un padre di famiglia, ha 60 anni e non ti manda a quel paese perché ha tre volte la tua età. Tribuna? Un'altra stupidaggine da risolvere".

ADL ne ha anche per Mertens e Callejon: "Non sono assolutamente disposto a fare uno sforzo importante. Se uno vuole fare le marchette in Cina per vivere due o tre anni di merda questo è un problema suo nel quale non posso entrare. Se considerano i soldi un fine andassero in Cina, io non posso considerare la Cina una concorrenza". Poi sull'olandese a Radio Kiss Kiss: "Mi ha dato la soddisfazione e l’impressione di essere un uomo intelligente. Quando parlo con lui non mi annoio, è veramente un ragazzo in gamba. Bisogna capire lui cosa vuol fare, se vuole rimanere. Parleremo. La bandiera del Napoli la devi amare, non la puoi abbracciare solo per denaro o scherzo. Il Napoli è come una bellissima donna: va amata".