Dal fallo di mano al VAR passando per i rigori: le modifiche al regolamento del calcio approvate dall'IFAB

09.04.2020 10:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Dal fallo di mano al VAR passando per i rigori: le modifiche al regolamento del calcio approvate dall'IFAB

L’IFAB (International Football Association Board) cambia ancora le regole del gioco. “Nel corso della riunione annuale dell’IFAB, svolta lo scorso 29 febbraio a Belfast, diversi cambi al regolamento del gioco del calcio sono stati approvati. Tutte le modifiche saranno attive dall’1 giugno 2020, ma le competizioni iniziate prima di tale data potranno implementarle prima o dopo. I tornei sospesi per il Coronavirus hanno l’opzione di completarli utilizzando il regolamento 2019-2020 o adottare quello 2020-2021”, si legge nel comunicato.

Di seguito tutte le modifiche al regolamento:

– Il tocco di mano. Se è accidentale da parte di un attaccante dovrà essere penalizzato soltanto se porta immediatamente a un gol o a una chiara opportunità per la sua squadra di segnare (per esempio, dopo il tocco di mano la palla arriva a breve distanza o ci sono pochi passaggi). Per determinare i falli di mano, la “mano” finisce sotto l’ascella.
– I calci di rigore. Se un portiere infrange il regolamento, ma il tiratore calcia fuori o prende i pali, il rigore non si ribatterà a meno che il tiratore non sia chiaramente influenzato da quanto fatto dal portiere. Se un portiere è penalizzato e bisogna ritirare, la prima volta sarà redarguito e poi ammonito per ogni successiva infrazione. Le ammonizioni nella serie conclusiva dei rigori non si sommano, quindi un giocatore ammonito sia in partita sia nella serie di rigori non sarà espulso. Se portiere e tiratore infrangono il regolamento allo stesso tempo, dovrà essere punito il tiratore.
– VAR. Soltanto un segnale TV è richiesto per una review VAR. Quando un incidente oggetto di review è soggettivo, l’indicazione è che l’arbitro vada all’on-field review, ossia riveda i replay nella zona predisposta.

L’IFAB ha anche approvato questi chiarimenti: – Un tocco di mano volontario di un difendente è una giocata, per quanto riguarda il fuorigioco – Se un portiere è punito per aver giocato il pallone due volte alla ripresa sarà applicata l’appropriata sanzione disciplinare – Se l’arbitro concede una battuta rapida della punizione o dà il vantaggio per un fallo che ha fermato una promettente azione d’attacco, il cartellino giallo non dovrà essere dato – Un giocatore che non rispetta la distanza di quattro metri per il pallone scodellato dovrà essere ammonito – Se un giocatore dà il pallone, su rimessa, a un compagno che glielo rende di testa o di petto per farglielo giocare di mano si dovrà ribattere, senza sanzioni disciplinari a meno che non succeda più volte.
Sul VAR l’IFAB segnala come, spesso, non ci sia coerenza nell’applicazione del protocollo. Tuttavia, nella prossima stagione, questo dovrebbe rientrare. Al momento non è ritenuto appropriato permettere di accedere alle conversazioni degli arbitri durante una review”.