Cucci: "Giocare d'estate? Poverini i calciatori ma le insensate tournèè asiatiche andavano bene"

06.04.2020 13:50 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Cucci: "Giocare d'estate? Poverini i calciatori ma le insensate tournèè asiatiche andavano bene"

Nel suo editoriale per il QS, Italo Cucci ha parlato della possibile ripresa del campionato: "Come la mettiamo? Giochiamo o no? Condividiamo i soliti stramilioni o ci diamo una calmata e ci mettiamo a costruire un futuro migliore. L'8 marzo, alle 20.45, giocando Juve-Inter il calcio interruppe il dibattito demenziale sulle porte aperte e chiuse mentre si levava un grido di dolore non abbastanza valutato: "Prima la salute", disse il giovane Zhang. Dal 9 marzo è cambiato anche il resto del mondo. Nel guazzabuglio di idee e pretesa resta solo l'intenzione legittima di finire il campionato. Poverini, farli giocare d'estate. E quelle tournèè asiatiche che deprimono la preparazione? E quell'Interncional Champions Cup che sbatte i pedatori per cinque continenti giusto per qualche milioncino che dovrà essere restituito per cure mediche ai tanti infortunati che verranno?".