CONTE A RAISPORT: "Capello? Ha parlato il guru, mi viene da ridere. Non fraintendete, i due Scudetti li ha stravinti, revocarli è stata grande ingiustizia. Inopportuni fischi a Giovinco, campagna mediatica contro di lui"

16.02.2014 18:35 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
CONTE A RAISPORT: "Capello? Ha parlato il guru, mi viene da ridere. Non fraintendete, i due Scudetti li ha stravinti, revocarli è stata grande ingiustizia. Inopportuni fischi a Giovinco, campagna mediatica contro di lui"

Antonio Conte è intervenuto ai microfoni di RaiSport. Ecco quanto evidenziato da Tuttojuve.com:

C'è stata la risposta che chiedeva alla sua squadra?
"Sinceramente io non aspettavo nessuna risposta. Non mi sembra di aver fatto chissà cosa di strano, ho radunato la squadra il lunedì mattina perchè avevo bisogno di parlare ai giocatori e di chiedere spiegazioni per la partita. Un papà di famiglia, quando vede alcune cose, può comportarsi in questa maniera. Non vedo tutto il clamore o lo scalpore che possa destare questo tipo di... però siamo in Italia e in Italia ci sta che poi si facciano referendum o si interpellino luminari e scienziati per queste decisioni". 

Le hanno dato fastidio le dichiarazioni di Capello che ha criticato la sua scelta, dicendo che serve dialogo con i giocatori?
"(sorride, ndr) Mah... sentendo parlare qualcuno sulla gestione di Capello con i giocatori,  mi sorprende che abbia detto queste cose. Però, va benissimo. Poi quando parlano i guru del calcio italiano, noi dobbiamo stare zitti, inchinarci, fare le reverenze e dire 'zi padrone'". 

Perchè Capello ti ha criticato?
"Mi sembra che non siano state le uniche cose che ha detto Capello questa settimana, o sbaglio? Ha parlato di tanti argomenti, non c'è lui e noi stiamo facendo il torneo amatoriale, un torneo che ormai è passato di secondo livello. Ripeto, rispettiamo le parole del guru. Io aspetto con ansia le altre parole, anche perchè da quando ci sono io gli piace mettere il becco nella Juventus, forse penso che gli dia fastidio che i numeri parlino molto a favore mio".

Tu hai detto che si ricorda solo per i due Scudetti revocati...
"No, no, non fraintendiamo, io ho detto che la Juventus ha vinto quei due Scudetti con Capello e li ha stravinti, perchè secondo me è stata una grandissima ingiustizia fare quel tipo di situazione, perchè secondo me quella squadra ha fatto meno di quello che potesse fare. Togliere i due Scudetti alla Juventus nel 2005 e nel 2006, secondo me è incredibile, anche alla luce di quello che è uscito dopo".

E' un po' invidioso?
"Io non lo so e non mi interessa, io guardo altri allenatori che hanno fatto la storia della Juventus, guardo Lippi, guardo Trapattoni, sono sempre molto rispettosi, molto educati del lavoro degli altri, cosa che non fa lui. Io non gliele mando a dire, non è un problema. Che guardi in casa sua e si prepari a fare bene i Mondiali con la Russia, superando il primo turno. Io vengo per non fare polemiche, ma vedo che agli altri - sono sempre gli stessi - piace un po' girare, rigirare e mettere sempre becco dove... Io sinceramente, a una domanda del genere... non sarei entrato, soprattutto per rispettare il lavoro di  un altro allenatore, sul comportamento... Chi è lui per dire se ho sbagliato o non ho sbagliato? Chi è lui?. Parliamo di calcio che è meglio".

Ti tranquillizzo un po'...
"No, io sono tranquillo, mi viene da ridere".

Hai ritrovato la Juventus?
"Io non ho mai perso la Juventus. Avere 63 punti su 72 punti, vorrei perderla così ogni anno". 

A Verona dove avete sbagliato?
"L'abbiamo affrontato questo argomento con i calciatori, abbiamo rallentato l'attenzione, la concentrazione, ci siamo forse un po' rilassati, perchè credevamo che le cose venissero troppo facili, ma nel calcio non c'è niente di facile e fino al 95' bisogna premere sull'acceleratore. Questo ci ha permesso di vincere due Scudetti in questi due anni. Mi auguro che in questi due anni possiamo ripeterci, sapendo che è molto difficile perchè c'è la Roma che non sta mollando, c'è il Napoli che sta facendo molto bene".

C'è anche l'Europa League. Ci tenete perchè la finale è a Torino...
"Sì, ma potevamo giocarla anche a Copertino, vicino Lecce, e sarebbe stata la stessa cosa. Ci avremmo tenuto lo stesso".

Giovinco è stato fischiato al momento della sostituzione...
"Ci sono immagini abbastanza eloquenti per capire l'amarezza che mi ha provocato questo. Guai chi mi tocca i ragazzi. Mi danno tutto e devono essere applauditi soprattutto per quello che stanno facendo, per le gioie che stanno regalando al popolo juventino. Credo sia stato inopportuno prendersela con il ragazzo, non capisco perchè c'è una campagna mediatica nei confronti di Giovinco lo trovo veramente brutto e questo mi amareggia molto. Mi amareggia molto più questo delle parole di Capello. Quelle di Capello mi fanno ridere".