Commisso al Corsport: "La Juve ha dato l'esempio. Chiesa? Appena possibile incontro per il rinnovo"

03.04.2020 10:00 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Commisso al Corsport: "La Juve ha dato l'esempio. Chiesa? Appena possibile incontro per il rinnovo"

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha rilasciato un’intervista ai microfoni del Corriere dello Sport per commentare il difficile momento a livello mondiale e calcistico: “Far ripartire il calcio? Mi piacerebbe, perché vorrebbe dire che l’emergenza è finita, ma non saprei, non credo. Nessuno può dire cosa succederà tra due settimane, un mese. Se poi si ammala un altro giocatore, cosa facciamo? L’importante è non compromettere anche la prossima stagione. Noi abbiamo parlato dei nostri tesserati contagiati, ma gli altri?”.

Sul taglio stipendi della Juventus: “Ha dato il buon esempio, anche se non conosco i termini. Ma la Juve è una corporation, è quotata in Borsa. Non so se sia una linea da seguire, aspetto che la Lega esca con una proposta per tutti, finora non abbiamo fatto niente. Niente più colpi da 150 milioni? Lo penso anch’io. Non ci saranno, non dico per sempre, ma il ridimensionamento sarà uno degli effetti della crisi”.
 
Sulla possibilità di una Super Lga europea:
“La Juve è italiana, ha tifosi che vengono dalla Calabria e dalla Sicilia per vederla. Agnelli e la Juventus sono diventati quello che sono grazie all’Italia. Questa della Super Lega è un’idea sua, un’idea che ha lui ma non credo arriverà mai a realizzarla”.

Chiosa su Federico Chiesa, obiettivo di mercato della Juventus: “Non possiamo incontrarlo adesso perché c’è il virus di mezzo, ma presto ci metteremo a un tavolo e ne parleremo. Avere un contratto nuovo è importante per noi e per lui”.