CHIELLINI A SKY: "Gol? La cosa più importante è non averlo preso, fatto gara tosta e compatta"

24.08.2019 21:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
CHIELLINI A SKY: "Gol? La cosa più importante è non averlo preso, fatto gara tosta e compatta"

Giorgio Chiellini è stato intervistato da Sky Sport al termine del match. Tuttojuve.com ha ripreso le sue parole:

Partiamo dalla cosa più strana, il fatto che tu abbia raggiunto come numero di reti nella storia della Juventus Salvatore Schillaci  e Aldo Serena.
"Perchè sono stati poco loro, solo per quello. Io partirei dalla cosa più importante della giornata, cioè che non abbiamo preso gol. Dopo un precampionato così e così, dopo un finale di stagione in cui avevamo decisamente staccato, è stato un segnale importante della squadra. Questa squadra è fatta di uomini veri e anche oggi l'abbiamo dimostrato in una situazione comunque difficile, c'era davvero caldo. Il Parma in casa fa le fortune della sua stagione, è molto pericolosa, siamo riusciti a fare una partita tosta, compatta, probabilmente nel primo tempo avremmo meritato di stare almeno sil 2-0".

E' giusto definire la Juve vista oggi come un cantiere?
"Quando inizia la stagione non è mai facile, dobbiamo integrare i giocatori nuovi e c'è anche un nuovo allenatore, con alcuni principi diversi, non migliori nè peggiori, semplicemente diversi. La cosa fondamentale di queste prime giornate ma anche di questi primi mesi, è continuare a migliorare, ma farlo vincendo. Questa è la cosa più difficile. Oggi ci siamo riusciti, è un passo che dobbiamo fare in avanti, dobbiamo continuare dall'applicazione mentale, piano piano faremo sempre di più quello che chiede il mister. Con l'aumentare della condizione sarà anche più semplice".

Quanta difficoltà vi crea l'assenza di Sarri?
 “È un’assenza relativa quella di oggi, paghiamo di più l’assenza in settimana. La partita tra virgolette è la corsa più semplice, ma in settimana la squadra si è allenata con grande partecipazione. Sicuramente ci siamo detti in questi giorni che l’importante è crescere vincendo, è nel dna della squadra e non si deve perdere”.


Dybala era visiblmente non felice. Cosa dice un Capitano in questi casi?
“Paulo si è sempre allenato molto bene. La nostra panchina ha grandissimi calciatori, nessuno è contento chiaramente quando non gioca. Il gruppo deve andare nella stessa direzione, bisogna dare il massimo anche quando non si gioca e sicuramente questo Paulo lo sa bene”.

Come definirebbe questa Juventus?
 “Sicuramente è un po’ presto per trovare aggettivi. Abbiamo cercato di alzare l’asticella e di snaturare un po’ il nostro dna, anche se la squadra va sempre avanti con il lavoro quotidiano. Sono cambiate tante facce alla Continassa, è cambiato il modo di allenarsi, ma lo facciamo con entusiasmo. C’è voglia di integrarsi perché l’obiettivo comune è di vincere, poi il modo di arrivarci può cambiare ma ciò che conta è il risultato”.


La gara del NapolI?
 “Adesso vado a Livorno che domani c’è il battesimo di mia figlia che è più importante, il risultato poi lo vedrò. Penseremo al Napoli da lunedì, domani dobbiamo staccare perché abbiamo speso tanto oggi”.