Amoruso a RBN: "Vedo Bernardeschi mezzala. Spero Chiellini possa farcela per Euro 2020"

15.10.2019 10:10 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Amoruso a RBN: "Vedo Bernardeschi mezzala. Spero Chiellini possa farcela per Euro 2020"

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Avanti Madama’, è intervenuto l’ex bianconero Nicola Amoruso: “All’Italia manca un centravanti? Potrebbe essere anche vero, ma è una Nazionale che ha tanto entusiasmo, Mancini ha portato una ventata di novità, ha schierato tanti giovani dettando subito una linea che per adesso sta portando grandi risultati. Naturalmente ci vuole tempo, esperienza per arrivare alle competizioni che contano al livello migliore. Se riescono a trovare continuità e a volare basso penso che tutto sia possibile”.

Sulla Juve che dovrebbe avere quattro bianconeri convocati per Euro 2020: “Penso di sì, poi nel calcio le cose cambiano, ma dovrebbero essere questi i giocatori, soprattutto Bonucci e Chiellini che sono una certezza. Spero che Chiellini possa tornare presto perché sappiamo quanto è importante la sua presenza. Spero che torni super per Euro 2020”.

Su Bernardeschi: “Anche per me è un centrocampista, per come intende Sarri il reparto offensivo penso stiano tutti aspettando Douglas Costa che è perfetto per la sua idea di gioco. Io Bernardeschi lo vedo mezzala, per giocare nei tre davanti ha bisogno di un passo diverso come quello che ha Douglas Costa, che davanti fa la differenza. Credo che nella testa di Sarri ci sia il brasiliano lì, poi visto che il giocatore ha spesso problemi Bernardeschi può adattarsi”.

Su Ramsey: “Le statistiche non sono confortanti, ma ci possono stare delle stagioni difficili. Credo che ci possano essere dei momenti sfortunati, ma con uno staff d’eccellenza come quello della Juventus penso che staranno capendo quali sono le strategie da adottare. Ci aspettiamo di vederlo presto al meglio, ma credo che ci vorrà ancora un po’ di tempo”.


Avanti Madama con Nicola De Bonis Ospiti: Nicola Amoruso, Beniamino Vignola, Edoardo Siddi, Evelina Christellin, Massimo Pavan, Andrea Bosco.