Alvaro Dominguez: "Atletico-Juve Sarà una battaglia. Stasera punto su Ronaldo e Joao Felix, ma occhio a Vitolo e Saul"

18.09.2019 10:50 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Alvaro Dominguez: "Atletico-Juve Sarà una battaglia. Stasera punto su Ronaldo e Joao Felix, ma occhio a Vitolo e Saul"

Alvaro Dominguez, ex calciatore dell’Atletico Madrid, ha parlato ai microfoni di TMW in vista della sfida di stasera tra i colchoneros e la Juventus:

L’Atletico riparte senza Griezmann. Quanto peserà la sua cessione?
“È uno dei migliori giocatori al mondo, mancherebbe a qualsiasi squadra. In questo caso, poi, era il più importante della squadra. Però Simeone sa gestire il suo gruppo, ha grandi giocatori e poi la dirigenza ha fatto grandi sforzi. È arrivato un giocatore che sarà un punto di riferimento nel calcio mondiale come Joao Felix, che secondo me farà molto bene. Però è normale che l’assenza di Griezmann nei primi tempi si sentirà. Almeno finché Joao Felix non esploderà”.

A tal proposito, una sfida nella sfida sarà quella con Cristiano Ronaldo. Joao Felix può essere il suo erede?
“Lo pensano tutti, soprattutto perché è portoghese e perché può diventare uno dei migliori al mondo. Gli va dato tempo, però ha tutti i numeri per essere uno dei più forti”.

L’anno scorso CR7 ha subito la pressione della tifoseria biancorossa.
“Penso che tutta la squadra abbia faticato l’anno scorso, è una tifoseria molto calda, che fa la differenza in partite così. Penso che avrà la sua importanza, e che giocando al Wanda l’Atletico sia sempre favorito”.

La Juve ha cambiato allenatore. Come è visto Sarri in Spagna?
”Ha dato il suo meglio al Napoli. Credo che i partenopei e l’Atletico siano squadre simili, per il tipo di tifoseria, di gioco e anche per le rispettive ambizioni. Sarà una battaglia, Sarri in Spagna è visto bene. Certo, ci si aspettava qualcosa di più al Chelsea: è difficile alla sua età ambientarsi in un calcio diverso. Però ha grandi qualità, e penso che il suo meglio possa darlo in Italia ancora una volta”.

Dove può arrivare l’Atletico in Champions? Insegue la vittoria da anni.
“È lì, poi ovviamente pensare a poter vincere, in questo momento della stagione, è difficile. Come ha detto Simeone, bisogna pensare partita per partita. Sono partiti grandi giocatori, ma ne sono arrivati altri di alto livello. Il punto di forza è stato sempre la difesa”.

Chi deciderà la partita stasera?
“Domanda difficile. Gli occhi sono puntati su giocatori come Ronaldo o Joao Felix. Però penso che Vitolo sia in forma, e che Saul nelle grandi partite si esalti. Come dicevo prima, sarà fondamentale vedere come la difesa dell’Atletico risponderà al forte attacco della Juventus”.