Ag. Dragusin: "Mai visto uno così. Vive un sogno alla Juventus. Rinnovo? Non sarà un problema, mai pensato di andare via"

04.12.2020 14:50 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
Ag. Dragusin: "Mai visto uno così. Vive un sogno alla Juventus. Rinnovo? Non sarà un problema, mai pensato di andare via"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Radu Dragusin ha debuttato con la Juventus in Champions League. Una gioia importante per il diciottenne rumeno e Tuttomercatoweb.com ne ha parlato con l'agente, Florin Manea. "Sono felice per lui. E' stato impressionato anche dal trattamento dei ragazzi grandi, che gli hanno fatto i complimenti. Sono campioni veri".

Vi siete sentiti subito?
"Abbiamo parlato subito dopo la partita: era sorpreso per il debutto. Pirlo gli ha detto 'entri adesso'. Non ha avuto tempo neanche di pensarci e di rifletterci: senza riscaldamento, è stata una bella cosa da parte del mister. E' entrato e ha fatto bene. La gara era già sul binario ma per lui è stato importante prendere contatto con la squadra".

Un lavoratore vero.
"Si impegna tanto, lavora tanto. Ha preso sei chili di muscoli, ha voglia di lavorare. E' umile, è disponibile. Io faccio da vent'anni questo mestiere e non mi ha mai creato un problema. E' la prima volta che mi accade. Ha un contratto giovanile e nonostante sia in prima squadra non mi ha mai chiamato per dirmi 'ehi, ora voglio lo stipendio da professionista'".

Adesso c'è spazio per la Juventus e per il rinnovo.
"Non c'è mai stato in testa nostra l'idea di partire, l'accordo non sarà un problema. In futuro lo troveremo, si vede alla Juventus".

Come l'ha scoperto, la Juve?
"Ero in Inghilterra, ho gli uffici lì. Mio fratello era in Romania e stava guardando giocatori. Ero amico con gli scout della Juventus e mi chiedevano un ragazzo da provare e non riuscivo a presentare nessuno da cinque anni... Mi chiamò mio fratello e mi disse 'c'è un ragazzo bravo'. Lo mandai a vedere, coi suoi occhi. E mi confermò l'impressione dicendomi 'questo è un crack'. Lo segnalai alla Juventus, al mio amico Mauro Leo che ora è all'Inter".

E da lì, l'accelerata.
"Dopo un'ora mi ha chiamato Tognozzi, capo scout della Juventus, Radu ha impressionato tutti. Poi c'erano anche altre squadre, è vero, ma hanno voluto fortemente i bianconeri. Mi ha chiesto 'dove posso diventare un grande centrale'?. Per questo ha scelto la Juventus, e c'era anche il Chelsea sul ragazzo. E da lì testa bassa: lavoro, sudore, alimentazione, è un professionista vero. Arriva due ore prima, fa palestra, poi ha un modello come Ronaldo come atleta... Ma poi pure gli altri: Bonucci, Chiellini, è rimasto impressionato da tutti. Allenamento dopo allenamento, cerca di migliorare da loro: è uno che ruba tanto, autocritico, che cerca di migliorare".

Un sogno a occhi aperti.
"Tre anni fa guardava Ronaldo alla televisione. Ora ci gioca insieme. Sì, a volte i sogni si realizzano".