ESCLUSIVA TJ - Manuel Dimas: "Normale falsa partenza senza CR7, Juve ha capito di non essere inferiore ai top club. No a Tchouaméni e van de Beek, Cancelo poteva ancora giocare qui. Su Chiesa e Dybala..."

13.10.2021 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Manuel Dimas: "Normale falsa partenza senza CR7, Juve ha capito di non essere inferiore ai top club. No a Tchouaméni e van de Beek, Cancelo poteva ancora giocare qui. Su Chiesa e Dybala..."
TuttoJuve.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex calciatore portoghese della Juventus tra il 1996 e il 1998, Manuel Dimas Texeira, per parlare degli ultimi avvicendamenti in casa bianconera e non solo:

L'addio di CR7, quanto lo sta pagando la Juventus? 

"La Juve aveva creato l'idea che Cristiano avrebbe vinto ogni partita e segnato i gol vincenti. E questo lo ha detto qualche tempo fa Bonucci, per cui sono d'accordo con lui. Senza di lui si è partiti un po' in ritardo in campionato, ma penso sia una cosa normale. Quest'anno ci sono stati dei cambiamenti che non sono ancora stati assimilati del tutto, ci vuole solo un po' di tempo".

È una Juventus che è tornata più pragmatica rispetto alle ultime due stagioni. Ti è piaciuta quella che ha affrontato Chelsea e Torino?

"Penso che i giocatori della Juve siano intelligenti, quindi ora sanno che c'è un nuovo modo di vedere il gioco. Giocano insieme ormai da qualche anno, quindi saranno sicuramente d'accordo per un nuovo stile di gioco. La vittoria con il Chelsea aiuta la squadra a capire che non è inferiore a nessun altro top club in Europa".

Il vero top player della Juventus è Federico Chiesa?

"Credo che Chiesa sia in un grande momento di carriera. E' molto influente sia nella Juve che in Nazionale, più passa il tempo e più diventa un giocatore importante e determinante. Fisicamente sta bene, a mio parere dovrà capire meglio i momenti di gioco e poter disporre così delle sue abilità per tutti i 90 minuti".

Dybala è pronto, finalmente, a prendere la squadra sulle spalle e portarla alla vittoria? Può fare la differenza?

Penso che Dybala debba divertirsi a giocare a calcio e non avere la responsabilità di prendersi la squadra sulle spalle. Deve essere il giocatore tecnico e fantastico che può fare la differenza".

Uno tra Tchouaméni e van de Beek potrebbe far fare alla Juventus il salto di qualità a centrocampo?

"In questo momento è meglio che la Juve acquisti un centrocampista d'esperienza che possa influenzare da subito la squadra. Rischiare con giocatori giovani o che non giocano in altri club non sembra una buona soluzione a causa della loro forma attuale".

La Juve, come terzino destro, rimpiange ancora l'addio di Cancelo o pensi che Danilo sia il giocatore giusto per quella zona del campo?

"L'idea del terzino destro o sinistro dipende dal sistema di gioco della squadra. Se hai bisogno di molta profondità e gioco offensivo, Danilo non è più quel tipo di giocatore. E' al suo terzo anno in bianconero ed è stato schierato in diversi ruoli, a differenza di Cancelo che ha giocato in 4/5 top club negli ultimi anni in cui è molto migliorato. Poteva essere tranquillamente ancora un giocatore da Juventus".

Si ringrazia Manuel Dimas Texeira per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.