PENSIERI MONDIALI DA CHI VA BENE A CHI SI FA MALE

26.11.2022 07:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
PENSIERI MONDIALI DA CHI VA BENE A CHI SI FA MALE
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Il Mondiale sta arrivando alle gare decisive per quanto riguarda i gironi e sicuramente si possono fare le prime valutazioni su chi tra gli undici bianconeri, al momento, sta rispettando le attese e chi, invece, meno.

Sicuramente al momento Adrien Rabiot è quello che ha impressionato maggiormente con un gol ed un assist al debutto confermando quanto di buono aveva fatto vedere prima della partenza per il Qatar.

Se la Francia ha impressionato, ha fatto molto bene anche il Brasile, con Danilo e Alex Sandro sugli scudi. Danilo, si conferma ormai una sicurezza, mentre Alex Sandro ha giocato una delle migliori partite, cosa che in bianconero non gli è capitato sempre.

Da notare, però, che per Danilo, ora c'è un pò di preoccupazione, dovuta al fatto che il difensore ha subito una distorsione alla caviglia con i controlli di ieri che hanno alzato un campanello d'allarme. Il calciatore non sarà a disposizione per le gare contro Svizzera e Camerun e sarà disponibile per le gare successive se i brasiliani si proietteranno agli ottavi. L'assenza di Danilo, potrebbe lanciare Gleison Bremer.

Dalla parte opposta, non ha impressionato Dusan Vlahovic, confermando qualche problema fisico che lo ha condizionato nell'inizio di stagione, problemi che hanno colpito anche Filip Kostic, il grande assente dopo un inizio di stagione bianconero travolgente.

Tra gli altri, senza infamia e senza lode, le prove di Milik e Szczesny, mentre abbastanza buona quella di McKennie. Chi si dovrà riscattare, è invece Angel Di Maria, atteso da una prova convincente così come Leandro Paredes, due delle delusioni nell'Argentina battuta dall'Arabia Saudita.

Al momento un Mondiale con pochi sorrisi e qualche incertezza, le prossime gare sapranno dirci di più.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve