esclusiva tj

Rinnovo Scienza, parla il papà Beppe: "Primo piccolo passo per la sua carriera, Michele si è guadagnato questo contratto. La Juve gli ha fatto un bel regalo di compleanno"

03.04.2024 16:45 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Rinnovo Scienza, parla il papà Beppe: "Primo piccolo passo per la sua carriera, Michele si è guadagnato questo contratto. La Juve gli ha fatto un bel regalo di compleanno"
TuttoJuve.com
© foto di Giuseppe Scialla

"Siamo felicissimi per Michele, il primo contratto da professionista è emozionante. Far ancora parte di una società come la Juventus è molto importante. La Primavera è piena di ragazzi con grande talento, lui si è guadagnato questo rinnovo. Non ha mai mollato di un centimetro". Pensieri e parole di Giuseppe Scienza, papà di Michele, che in esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com ha commentato il prolungamento di contratto fino al 2025:

Lo hai sentito? Quali sono le sue impressioni?

"Sì, è davvero contento. L'ho sentito molto emozionato, si sta rendendo conto che non è più un bambino e comincia a diventare adulto. Ora Michele inizierà ad avvicinarsi al calcio dei grandi. E' un ragazzo che non si apre molto, non si esalta facilmente, ma qui era felice e pienamente soddisfatto".

E per come lo vediamo in campo, gli piace davvero essere alla Juventus.

"Gli piace molto l'ambiente, sta trovando uno spazio che all'inizio dell'anno non pensavo potesse trovare. E invece è riuscito a conquistare la fiducia di mister Montero, ma deve continuare su questa strada e dimostrare che la merita. La concorrenza è davvero tanta".

Lo chiedo all'ex calciatore Giuseppe Scienza: quale è il significato di questo rinnovo?

"Quando una società così importante avalla questo tipo di rinnovo significa che vuole puntare su un ragazzo molto interessante. Stiamo parlando della Juventus, non di un club qualsiasi, e non credo che prolunghi così a caso i contratti. E' un primo piccolo passo della sua carriera, che bisogna fare prima o poi, e non è detto che si faccia in quanto già arrivare a giocare per la Primavera non è semplice. Lui ha superato questi step, è un qualcosa che doveva esser fatto per cimentarsi in un qualcosa di importante. E' più di una semplice firma". 

Quante sono durate le negoziazioni con la Juventus?

"E' avvenuto tutto in maniera veloce, la Juventus ha aspettato che diventasse maggiorenne lo scorso 13 marzo per fargli la proposta. Non ci ha pensato moltissimo, sapeva già che cosa doveva scegliere. E' stato un bel regalo di compleanno".

Si ringrazia Giuseppe Scienza per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.