esclusiva tj

Pigolotti su Bellucci: "Fiorentina per ritrovare minutaggio, ha colto al volo l'opportunità. Sempre in contatto con la Juve per Bonfantini. Girelli? Esclusione ha fatto rumore, ma le decisioni si accettano sempre"

05.02.2024 15:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Pigolotti su Bellucci: "Fiorentina per ritrovare minutaggio, ha colto al volo l'opportunità. Sempre in contatto con la Juve per Bonfantini. Girelli? Esclusione ha fatto rumore, ma le decisioni si accettano sempre"
TuttoJuve.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, colui che cura gli interessi di Cristiana Girelli, Agnese Bonfantini e Melissa Bellucci, Stefano Pigolotti, per parlare approfonditamente del trasferimento in prestito di quest'ultima alla Fiorentina e non solo:

L'operazione Bellucci è stata tra le ultime a concretizzarsi nella finestra di mercato invernale. Come mai questa scelta di andare via in prestito?

"C'era stata prima il tentativo di un altro club poi tramontato. Successivamente è arrivata la richiesta molto chiara e diretta da parte della Fiorentina, così Melissa ha deciso di cogliere al volo questa opportunità. La sua idea non è stata quella di fuggire, anche perché a Torino si trovava molto bene, ma a spingerla è stata la possibilità di avere un maggior minutaggio in campo. Da mental coach, posso dire di condividere la sua scelta".

C'è stata la possibilità di tornare al Sassuolo?

"Sì c'erano anche altri club, alcuni di questi stranieri, ma l'obiettivo di Melissa era di proseguire in questo percorso condiviso con la Società e di stare il più possibile a Vinovo in modo da crescere ancora di più. E per farlo, devi trovare di più il campo. La Fiorentina è un'opportunità legata alla Juve, infatti si è trasferita in prestito secco e senza nessun tipo di riscatto".

Quali saranno i suoi obiettivi da qui fino a fine stagione?

"Vuole continuare ad allenarsi ad alto livello, così come stava facendo a Vinovo, con la possibilità di avere più spazio. Il club viola ha richiesto la sua presenza, l'idea è che se si comporterà bene - come è abituata a fare - potrà ritagliarsi un minutaggio piuttosto importante da qui a fine stagione. Questo è l'obiettivo, in modo così da respirare con costanza il campo".

Un giudizio su Bonfantini: come procede la sua stagione all'Inter? Sta rispettando le aspettative iniziali?

"Si è molto integrata all'interno dello spogliatoio. L'Inter, che non sta facendo una stagione stabile, deve trovare ancora una sua identità, per cui anche le singole fanno più fatica ad esprimere al meglio il loro potenziale. Ma la vedo comunque serena, soddisfatta e sempre pronta a soddisfare le richieste della dirigenza e dello staff tecnico". 

Quando verrà definito il suo futuro?

"Bisognerà vedere se l'Inter eserciterà l'opzione del riscatto, la Juventus è in possesso del controriscatto e siamo sempre in contatto per parlare dei suoi progressi. Stiamo a vedere, è un po' presto per fare un piano tecnico specifico. Agnese è un profilo di altissimo livello, quando ne ha l'occasione riesce sempre a dimostrare il proprio valore e, forse più di lei stessa, tutti siamo consapevoli della sua forza. Questo è un elemento da tenere in considerazione".

Ha fatto rumore la scelta di Montemurro di non scegliere Girelli dall'inizio nel match con la Roma. Come la commenti?

"Sì ha fatto rumore, ma non so se fosse una scelta tecnica o conservativa rispetto al fatto che stava rientrando dall'infortunio. Anche se in altre partite, a me è sembrata rientrata al 100% della forma. Ma le decisioni vanno sempre rispettate, poi è chiaro che colui che le fa se ne prenderà la responsabilità. Penso che la Roma sia stata efficace nel match di ieri, ma il risultato è per me bugiardo. C'è stato un momento della partita in cui sembravano potessero riequilibrarla, forse una punta di peso e che ha segnato più di tutte con la Juve sarebbe servita. Ma in questo momento delicato non voglio scatenare nessuna polemica, da chi segue queste ragazze posso solo dire che c'è amarezza per come è finita ieri. Vediamo che succederà".

Si ringrazia Stefano Pigolotti per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.