Santini: "L'Inter gioca a memoria, cambiando interpreti non cambia nulla"

21.02.2024 16:20 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Santini: "L'Inter gioca a memoria, cambiando interpreti non cambia nulla"
TuttoJuve.com

Maracanà con Marco Piccari e Stefano Impallomeni. Ospiti: Radice:" Questa Inter ha qualcosa di più nei cambi. Non capisco perchè cambiare prima del Barcellona." Santini:" L'Inter gioca a memoria. A Napoli una commedia continua. " Rossi:" Calhanoglu e Thuram sono più sicuri perchè non hanno rivali in squadra." Impallomeni:" Questa Inter forte, ma quella dell'anno scorso era più forte."

Il giornalista Fabio Santini a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è tornato sulla vittoria dell'Inter in Champions.

Un primo pensiero su ieri sera?
"Né Calhanoglu né Mkhitaryan mi hanno fatto impazzire, soprattutto il turco. Ma devo fare mea culpa, Inzaghi ha messo su davvero una bella squadra".

Il fallo di Molina?
"E' rigore netto".

Questa è la miglior Inter della gestione Inzaghi?
"Si, anche se quando è partito tutti decantavano del fatto che l'Inter si era privata di giocatori importanti e i sostituti non erano all'altezza. Più delle altre questa squadra gioca a memoria. A Madrid devono attaccare, perché se loro vengono avanti lasciano spazi e possono far male. C'è stato un periodo in cui si parlava anche di esonero di Inzaghi. E' stato bravo a veleggiare in quel mare in tempesta e a imporre la propria categoria di gioco. Inzaghi ha costruito un gioco che, cambiando gli interpreti, non cambia perché giocano a memoria".