Moncalvo: "Agnelli messo in riga da Elkann che poi ha nominato due suoi uomini. Il problema della Juve è gravissimo"

30.11.2022 14:40 di Rosa Doro Twitter:    vedi letture
Moncalvo: "Agnelli messo in riga da Elkann che poi ha nominato due suoi uomini. Il problema della Juve è gravissimo"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Intervenuto ai microfoni di Radio Radio, Gigi Moncalvo ha parlato così del rivoluzione avvenuta in casa Juventus: “Quanto accaduto in queste ultime ore va inserito in un contesto che riguarda due temperamenti, caratteri, visioni distinte, riguardanti i due cugini. Da una parte il proprietario della Juventus, colui che detiene il potere, colui che paga, John Elkann; dall’altra parte colui che invece dovrebbe eseguire, ma non esegue e non ha eseguito negli anni gli ordini, i voleri del proprietario, ma è andato per la sua strada. Agnelli è stato messo in riga nonostante fosse sicuro di farla franca ancora una volta: chiedeva l’unanimità del Consiglio di amministrazione per un piano da inviare alla Procura della Repubblica, alla Consob e alla Società di revisione dei bilanci che non aveva controfirmato e approvato il bilancio della Juventus (che andava presentato entro il 31 ottobre e adesso non si sa quando e se verrà presentato) ed è stato messo in fortissima minoranza. Il problema della Juve è gravissimo perché è in mano ai commercialisti e ai contabili”, continua Moncalvo, ” Ferrero non a caso è soprannominato il contabile, è colui che firmava le denunce dei redditi di tutta la “Royal family“. Nel CdA quando ci sono state le dimissioni, un istante dopo ci sono state due nomine, due uomini di John Elkann“