Mauri: “Vlahovic è molto teso nelle partite contro le big”

04.03.2024 22:40 di Francesco Soccavo   vedi letture
Mauri: “Vlahovic è molto teso nelle partite contro le big”
TuttoJuve.com
© foto di Federico Gaetano

Intervistato da TVPlay, Stefano Mauri, ex capitano della Lazio, ha commentato la giornata di Serie A appena trascorsa, soffermandosi anche sulla sconfitta della Juventus nella trasferta di Napoli. Queste le sue parole:

“BOLOGNA DA CHAMPIONS” – “A fine mercato si era visto che il Bologna aveva fatto una bella squadra, Sartori ha come al solito lavorato alla grande. Nessuno però si aspettava un Bologna così in alto in classifica. Stanno meritando tutto quello che stanno ottenendo, si divertono a giocare insieme, si danno una mano. Credo che alla fine se la giocheranno per la Champions fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. Il Bologna ha una città intera che lo sostiene, i giocatori hanno entusiasmo e voglia di fare: si corre di più e tutti si sacrificano. Ora però viene il difficile: d’ora in poi i punti peseranno di più e la pressione aumenterà. Valuteremo la personalità di questa squadra”.

“THIAGO MOTTA PRONTO PER UNA BIG” – “Thiago Motta andrà in un top club, lo vedo bene sia in Italia che all’estero. Potrebbe andare alla Juve, anche se i bianconeri giocano in un modo diverso e dovranno acquistare tanti giocatori. Credo comunque che sia pronto per il grande salto”.

“PECCATO PER BERARDI” – “L’infortunio di Berardi? Dispiace, è un giocatore imprescindibile per il Sassuolo. Era appena rientrato da un infortunio, non ci voleva. L’operazione è d’obbligo perché la rottura del tendine d’Achille è completa, credo che tornerà tra settembre e ottobre. Bisognerà vedere anche il mercato, se il Sassuolo dovesse retrocedere un giocatore come Berardi potrebbe essere ambito. Ma dopo quest’infortunio sarà difficile che qualcuno voglia acquistarlo in estate. Io ho avuto il distacco del retto femorale e sono tornato dopo tre mesi. Nel mio caso era un problema muscolare, l’itero che ho seguito per la riabilitazione è stato molto pesante. Per uno sportivo professionista fare la terapia non è facile, quando sei vicino al rientro diventa più facile”.

“BELLA LAZIO CONTRO IL MILAN” – “La Lazio ha fatto una gran partita contro il Milan, decisamente migliore rispetto a quelle contro Torino e Fiorentina. Ho visto una Lazio su alti livelli, poi la gestione della gara da parte dell’arbitro ha condizionato la partita. Al di là degli episodi è stata la gestione delle azioni ad aver lasciato tutti perplessi. Di Bello non ha avuto il buon senso di interrompere l’azione dopo la sbracciata su Castellanos. Marusic ha detto qualcosa di troppo, quella di Guendouzi è stata eccessiva. Per la Lazio oltre al danno c’è anche la beffa perché Guendouzi avrà almeno due giornate di squalifica. La Lazio vive di alti e bassi, è un limite perché non è ancora abituata a giocare ogni tre giorni. Manca uno step da fare in più, ma credo che a Monaco la prestazione ci sarà”.

“VLAHOVIC, PROBLEMA CARATTERIALE” – “Vlahovic è molto teso nelle partite contro le big. Credo faccia parte del suo carattere, a volte gli va bene e in altre no. Contro il Napoli ha avuto grandi occasioni, ha sbagliato due gol facili mentre sul palo è stato anche sfortunato. Fatica contro le grandi, ma non sono sicuro che sia solo un problema di tensione“.

“JUVE, BENE BREMER E MALE ALEX SANDRO” – “Nella Juve c’è un giocatore come Alex Sandro che sta giocando ben al di sotto delle sue possibilità. Non è più il giocatore che abbiamo ammirato fino a qualche anno fa. Invece è stata molto bella la lotta tra Bremer e Osimhen. Cambiaso è un ottimo giocatore ma ha sbagliato un gol facilissimo. Nonge è stato sfortunato, a un giovane e può capitare di sbagliare. Credo che Allegri lo riproporrà nelle prossime giornate. Szczesny? Secondo me era impallato sul gol di Kvara, forse vede partire tardi il pallone”.

“GILARDINO OK AL GENOA” – “Gilardino ha fatto un grande lavoro, a inizio stagione il Genoa era indicato come una squadra che doveva lottare per non retrocedere. Invece Gila ha fatto un ottimo lavoro costruendo una squadra equilibrata, compatta e con ottime individualità“.

“ZIDANE NON E’ GIUSTO PER QUESTA JUVE” – “Zidane alla Juve mi sembra complicato, lui ha allenato solo grandi campioni mentre i bianconeri in questo momento stanno seguendo un percorso diverso. Sinceramente non lo vedo bene in questa Juventus“.

“PIOLI NON HA FATTO MALE” – “Pioli ha lavorato abbastanza bene nel Milan in questa stagione ma ha avuto troppi infortuni e questo forse dipende dal suo staff. Vale per lui lo stesso discorso che si fa per Allegri: ci si attende che giochi sempre per lo scudetto ma non è automatico“.

“LEAO DEVE FARE PIU’ GOL” – “Nel Milan i gol deve farli Leao, Giroud non un bomber da 30 gol anche se è andato in doppia cifra. Quindi Leao deve segnare di più rispetto ai pochi che realizza. Altrimenti diventa impossibile lottare per vincere lo scudetto“.