live

TJ - GIUNTOLI a Mediaset: "Allegri? C'è da dividere meriti e demeriti. Momento delicato, ma siamo fiduciosi. Manna al Napoli? Non commento indiscrezioni"

02.04.2024 20:23 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - GIUNTOLI a Mediaset: "Allegri? C'è da dividere meriti e demeriti. Momento delicato, ma siamo fiduciosi. Manna al Napoli? Non commento indiscrezioni"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom

Cristiano Giuntoli, Football Director della Juventus, parla prima della sfida di Coppa Italia contro la Lazio ai microfoni di Mediaset. Tuttojuve.com riprende le sue parole:

Un commento su questa notizia di Manna che sarebbe il prossimo ds del Napoli.
"Guardi, non commento indiscrezioni, sinceramente, vorrei parlare della partita".

Smentisce che possa accadere questo?
"Non commento indiscrezioni, voglio parlare della partita". 

E' uan partita importante per Massimiliano Allegri, soprattutto per Massimiliano Allegri? E' sotto osservazione il suo operato?
"E' uan partita importante per la Juventus, è troppo facile sempre dare delle colpe, quando vinciamo, vinciamo tutti insieme, e quando non vinciamo lo facciamo sempre tutti insieme, quindi questo è il nostro motto, è il motto, da quando sono arrivato io ho sempre cercato di portarlo in Juventus, dove c'è da dividersi i meriti e i non meriti, tutti insieme, a partire dalla società, dall'allenatore, lo staff, i calciatori. E' un moemento delicato, dove le cose ultimamente non stanno andando per il verso giusto, ma contiamo di invertire velocemente questa tendenza e siamo fiduciosi per il futuro".

La Juventus avrà la forza nel prossimo mercato di poter rinunciare anche a qualche richiesta per qualche giovane importante come Soulé, come Yildiz, Huijsen, Fagioli? Questi giocatori possono essere lo zoccolo duro del futuro?
"In questo momento non mi sento di parlare di mercato e di futuro, siamo molto concentrati sul presente, perchè è da quello che si possono gettare le basi. Stasera cercare di portarsi avanti, per cercare di andare in finale, poi magari anche di vincere la Coppa Italia, cercare di arrivare il possibile in Champions League, sappiamo che lo possiamo fare e lo vogliamo fare, poi con calma a bocce ferme decideremo il futuro della Juventus in base a quali competizioni andremo a fare, a quale sarà il budget di conseguenza. In questo momento è un po' prematuro parlare di mercato. Sicuramente sarà un mercato corretto e in linea con quello che è la nuova Juventus, con il rispetto dell'equilibrio economico finanziario, cercando sempre di essere competitivi in Italia e anche speriamo all'estero".

Che è successo nelle ultime nove giornate?
"Sicuramente rispetto all'andata un po' di buona sorte c'è venuta a mancare. All'andata qualche puntarello, qualche gol fatto alla fine, sono girate le cose anche per il verso giusto, sicuramente nel ritorno qualcosina c'è girato per il verso sbagliato. Non dobbiamo attaccarci alla sorte ma in questo caso dobbiamo attaccarci al lavoro quotidiano, poi se devo andare sul tecnico posso anche dire che Vlahovic è mancato qualche partita per squalifica, per qualche infortunello, lo stesso Milik, Kean sta rientrando adesso dopo 4 mesi, noi siamo una squadra che ha fatto del reparto offensivo la propria forza e ultimamente a livello numerico non ci siamo mai stati tutti, quindi non voglio dare appigglio o scusanti a nessuno, ma questa è semplicemente la verità. Dobbiamo stare il più sereno possibile. Le pressioni alla Juventus è un privilegio averle, ma dobbiamo dimostrare tutti i giorni di poterle sopportare, di essere contenti di doverle sopportare e poterlee  sopportare, lavorando nel quotidiano, cercando di lavorare di più, stando più sereni e cercando di fare qualche punto in più delle ultime gare. Abbiamo la possibilità di fare qualche punto in più nelle prossime gare e contiamo di farli".