Gazzetta - Atalanta furiosa con l’Arbitro, Percassi e Gasperini arrabbiati

29.02.2024 08:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Atalanta furiosa con l’Arbitro, Percassi e Gasperini arrabbiati
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Su Gazzetta si parla di Atalanta furiosa con l'arbitro per gli episodi di ieri. Neanche se lo fosse sentito, Gian Piero Gasperini aveva spiegato il suo pensiero su Var e dintorni già martedì: «Non mi piace, non è questo il calcio che mi piace», aveva detto. Non gli è piaciuto neanche ieri, «ma degli episodi e dei regolamenti parlo quando vinco. Dico solo che se certe cose fossero andate diversamente, magari avrebbe vinto lo stesso l’Inter, ma sarebbe stata una partita vera». Stop, ma perché contemporaneamente c’era già chi invece di episodi e regolamenti stava parlando, per scelta precisa, ai microfoni Dazn. L’a.d. nerazzurro, Luca Percassi. Con toni pacati, ma parole non meno affilate. Prima i complimenti, anzi «grandi complimenti ad una grandissima squadra, che gioca un calcio di grande qualità».

Ma grande, ha detto Percassi, «è anche il dispiacere per il risultato: commentare una partita così è molto difficile. Ci sono stati episodi determinanti, in cui si è capito poco, se non che ci sono stati errori gravissimi dell’arbitro e del Var. Il gol annullato a De Ketelaere è incomprensibile: non si capisce come, con tutte le immagini a disposizione, si possa annullare un gol così. Non sono qui per aprire un dibattito, ma per esprimere il nostro pensiero: quello è un gol valido. Non c’è tocco di mano di Miranchuk, ma è Bastoni a toccare la palla: non ci sono da interpretare le immagini, che sono chiarissime. Semmai ci può essere rigore per l’Atalanta, perché è Bastoni ad andare contro Miranchuk. E poi il rigore del 3-0: scandaloso, nessuno allo stadio ha capito cosa stesse succedendo, sono passati minuti a cercare qualcosa che nessuno aveva visto, con il guardalinee che aveva alzato la bandierina. Una partita potenzialmente bellissima è stata pesantemente condizionata da episodi arbitrali che ne hanno cambiato l’esito, spostando in modo dilagante a favore dell’Inter il risultato».