Empoli, Nicola: "Non guardo il momento, Sassuolo è squadra di qualità"

23.02.2024 20:25 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA
© foto di ANSA

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 23 FEB - "Non guardo la classifica o il momento. Il Sassuolo è una squadra di qualità, ha interpreti forti e hanno un'impronta decisa. Sono abili a costruire e a conquistare gli spazi, è una squadra che cambia molto gioco e ti porta costantemente nel due contro uno. Hanno tre-quattro strategie che applicano molto bene". Il tecnico dell'Empoli Davide Nicola presenta così lo scontro diretto in scena domani a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Un pomeriggio atteso, con oltre 700 tifosi in arrivo da Empoli: numero che per le proporzioni empolesi è enorme. Nicola arriva da cinque risultati utili consecutivi, mai nessun tecnico aveva fatto così bene in Serie A nelle prime cinque gare condotte sulla panchina dei toscani. Di fronte il Sassuolo dell'ex tecnico azzurro Alessio Dionisi, che invece in questa ultime cinque giornate è entrato in crisi facendosi risucchiare nella zona retrocessione. "Abbiamo cercato di conoscerli per capire cosa fare - ha proseguito Nicola -. Per chi è in un percorso come il nostro ogni partita è un'opportunità per crescere. Noi dovremo essere molto bravi a ragionare da squadra in entrambe le fasi e capire se durante la gara c'è da cambiare sistema di gioco".

In effetti l'Empoli sta provando il 3-4-2-1, modulo base, ma anche il 4-3-3: "Il sistema di gioco è figlio di varie situazioni. Se manca un giocatore mancano delle caratteristiche e tutto può essere interpretato in modo diverso. Come la difesa a quattro. Lavoriamo su tutto - ha spiegato il tecnico azzurro -, perché ci permette di adattarci alle varie situazioni, i principi rimangono gli stessi. Di fondamentale c'è solo l'atteggiamento che stiamo dimostrando in campo come squadra. Per me conta molto questo atteggiamento che dobbiamo mettere fino alla fine". Dopo Sassuolo il Cagliari in casa, è un momento topico del campionato… "Riconosco che questa narrazione può essere giusta, ma noi non basiamo il nostro lavoro su questo, sottrarremmo delle energie a ciò che ci aspetta. Chiaramente più avanti vai, più le partite assumono un valore diverso. A me interessa solo domani". (ANSA).