Cordella: “Allegri non deve dimostrare niente a nessuno, ha raccolto il massimo”

04.03.2024 21:50 di Francesco Soccavo   vedi letture
Cordella: “Allegri non deve dimostrare niente a nessuno, ha raccolto il massimo”

Il direttore sportivo Fabio Cordella è intervenuto ai microfoni di TVPlay ed ha trattato vari temi, tra cui i rumors sul possibile allenatore della Juventus nella prossima stagione. Queste le sue parole:

PRIMA INTER DI MORATTI COME IL CHELSEA DI OGGI – “La crisi del Chelsea dimostra che i soldi non sono tutto, senza progettualità e idee. Possiamo citare tanti esempi, come anche la prima Inter di Moratti, il PSG da 15 anni… “.

ZIRZKEE COME AMAURI – “Zirzkee lo vedrei benissimo al Napoli, per tantissime ragioni. Per me è un fuoriclasse e mi ricorda molto, per movenze e caratteristiche, Amauri. Potrebbe essere la piazza per lui per consacrarsi ed esprimere ancora di più il suo valore”. 

ZIRKZEE VALE PIÙ DI 50 MILIONI – “Considerato che abbiamo visto spendere cifre anche superiori per gente che non valeva la metà di Zirzkee, secondo me vale 50 milioni. Gioca per la squadra oltre che per sé e completa l’attacco da solo, anzi, vale anche di più”.

NAPOLI HA MERITATO LA VITTORIA – “La gara di ieri non è stata scontata. Non sono d’accordo con chi dice che sarebbe stato più giusto un pareggio in Napoli-Juve, perché rivedendo le immagini i partenopei sono stati più bravi a concretizzare”.

MOTTA NON VUOLE ANDARE ALLA JUVE – “Allegri non deve dimostrare niente a nessuno. Le ultime due stagioni non sono state per tanti motivi quelle che aveva programmato la Juventus, questo ha messo Allegri nelle condizioni di non poter fare quello che si era programmato. Quando si cambia però chi si prende? Io non vedo nessuno che possa prendere il suo posto e garantire risultati. Motta? Forse, ma io non credo che voglia andare alla Juve, magari ci pensa ma non penso voglia andare lì”. 

ALLEGRI HA FATTO UN MIRACOLO – “Allegri è troppo criticato. Ha raccolto il massimo di quello che poteva raccogliere. Togliamo la penalizzazione dell’anno scorso, poi non avendo 4-5 calciatori titolari nel suo 11 immaginari per 4/5 della stagione e comunque ha fatto un buon campionato. Il vero Chiesa non c’è mai stato, Vlahovic si è ripreso da poco iniziando a fare quello che sa fare. In mezzo al campo c’è il problema più serio, Cambiaso è una bellissima sorpresa. Ci sono tanti giovani interessanti ma che non bastano per riportare la Juve dove merita. Chi conosce Allegri e sa bene come Allegri è solito organizzare il suo lavoro sa che ha fatto un miracolo, quindi eviterei di contestarlo”.

NON RIPRENDEREI CONTE ALLA JUVE – “L’unico per la Juve potrebbe essere Antonio Conte anche se io non lo prenderei. Perché bisogna fare sempre i conti tra quello che è moralmente giusto ed economicamente opportuno. Io Conte non lo identifico con la maglia della Juve, non sono pazzo. Un allenatore che sente i colori e la maglia non si comporta come ha fatto Conte. Come filosofia magari è quello che serve, ma se fossi un dirigente della Juve non lo riprenderei”.

ALLEGRI HA RIFIUTATO IL REAL MADRID PER LA JUVE – “Chi è più juventino tra Allegri e Conte? Allegri tutta la vita e lo ha dimostrato. Il Real Madrid lo voleva veramente e lui ha scelto di tornare alla Juve e al Real Madrid non si dice di no”.