VERSIONE MOBILE
TMW   
 Mercoledì 18 Gennaio 2017
22 Gen 2017 12:30
Serie A TIM 2016-2017
  VS  
Juventus   Lazio
[ Precedenti ]
VI PIACE IL NUOVO LOGO DELLA JUVENTUS?
  
  

GLI EROI BIANCONERI

Gli eroi in bianconero: Pietro SERANTONI

Pionieri, capitani coraggiosi, protagonisti, meteore, delusioni; tutti i calciatori che hanno indossato la nostra gloriosa maglia
12.12.2016 10:30 di Stefano Bedeschi  articolo letto 832 volte
Gli eroi in bianconero: Pietro SERANTONI

Nasce il 12 dicembre 1906. Nel 1927, a poco più di vent’anni Toni è militare, a Milano, gioca nella Minerva in seconda divisione in attesa di lasciare la divisa e tornare a Venezia. Lo nota Árpád Weisz, allenatore dell’Inter: per 300 lire al mese diventa neroazzurro. Nel 1929-30 è promosso titolare, debutta a Livorno e Weisz gli assegna il compito più difficile, fermare il motorino del Livorno, Magnozzi. Ci riesce e l’Inter vince 2-1. Non salta una partita, conquista il primo scudetto a girone unico, un ottimo avvio di carriera. Trova un amico, Meazza, un ragazzino esile e sperduto in mezzo ai marcantoni delle difese. E allora guai a toccarlo, Toni con lealtà ma gelidamente, è pronto a spietate vendette. Con il Pepp fa coppia fissa, dentro e fuori dal campo e l’amicizia continua anche quando il calcio diventa solo un ricordo. Esordisce in Nazionale, giocando a Bruxelles contro il Belgio (3-2 con due goal di Meazza).
La Juventus lo acquista sborsando la cifra di 65.000 lire, un anno in bianconero (siamo nel 1934-35), partecipa all’eliminatoria mondiale con la Grecia a Milano (4-0) e il 14 novembre del 1934 è uno dei Leoni di Highbury. Conquista il pubblico londinese per le sue doti di combattente e gladiatore, a fine partita scende negli spogliatoi, per congratularsi con lui, Guglielmo Marconi.
Uno scudetto bianconero con quindici presenze e l’infortunio: menisco. L’operazione, a quei tempi, era piena di incognite, anzi era una quasi certa condanna: niente più calcio: «E qui – raccontava – nella sfortuna sono stato fortunato. Con un’altra società avrei dovuto smettere di giocare, la Juventus era diversa. Mi fece curare, guarire, ma poi mi cedette alla Roma. Forse non credeva nel miracolo».
Nel 1936 debutta in giallorosso a Vienna (sconfitta per 3-1), gioca nella squadra dell’Europa Centrale (3-1 all’Europa Occidentale) ed esplode ai Campionati Mondiali in Francia. Viene giudicato uno dei laterali di maggior valore in campo mondiale.
Pozzo lo descrive in questo modo: «Serantoni non è un tecnico di qualità eccezionali. È un combattente di levatura eccelsa, nelle situazioni difficili è l’uomo che trascina alla lotta l’intera squadra».
Portabandiera della Roma, gioca l’ultimo campionato nel 1939-40 e si ritira. Dopo la guerra, accetta l’incarico di allenatore del Suzzara, del Padova (che portò in A) e per qualche mese della Roma: «Ma il calcio – diceva – non è più per me, troppi furbi». Lo delude soprattutto la Roma, che cerca di salvare dalla B sostituendo Masetti e che, invece, poco dopo lo licenzia.
Iin ritiro, con la Nazionale. Piove, Pozzo dice niente allenamento e tutti tornano in camera oppure giocano a carte. Toni, invece, si mette a correre nell’albergo, sale e scende ininterrottamente le scale. Pozzo lo ferma: «Sei matto?» E lui spiega: «Io devo allenarmi. Se fuori non posso, lo faccio qui!»
Morirà il 6 ottobre del 1964, ucciso da un tumore al cervello. La volontà ferrea che lo aveva portato dai vicoli di Venezia al titolo di Campione del Mondo si è dovuta arrendere, per la prima volta, di fronte ad un ostacolo troppo forte.

 


Altre notizie - Gli eroi bianconeri
Altre notizie
 

MOBY DICK - CON LA LAZIO SPAZIO ALLO SCHEMA CHE DEVE DIVENTARE IMPRESCINDIBILE. SENZA RINNOVO ENTRO MARZO 2017, ALLEGRI PUÒ ESSERE CONSIDERATO UN EX. PAULO SOUSA SI OFFRE

Moby Dick - Con la Lazio spazio allo schema che deve diventare imprescindibile. Senza rinnovo entro marzo 2017, Allegri può essere considerato un ex. Paulo Sousa si offreLe “Idi di Marzo”. A furia di attenderlo, quel mese rischia di diventare una linea di confine tutt'altro che gradevole nel matrimonio fra Massimiliano Allegri e la Juventus. “A Marzo la squadra volerà”, ama ripetere più volte. Il problema...

ESCLUSIVA TJ - NON ANCORA FISSATO L'INCONTRO CON L'ENTOURAGE DI MATTIELLO

ESCLUSIVA TJ - Non ancora fissato l'incontro con l'entourage di MattielloSecondo quanto appreso dalla nostra Redazione, non è ancora stato fissato l'incontro tra la Juventus e l'entourage di Federico Mattiello per discutere del futuro del calciatore. Ci sono conferme, però, che le due parti cercheranno di vedersi gi&agr...
Fiorentina-Juventus 2-1

SPORTITALIA - PEDULLÀ: "ALLEANZA JUVE-SASSUOLO, DEFREL NEGATO ALLA ROMA"

Sportitalia - Pedullà: "Alleanza Juve-Sassuolo, Defrel negato alla Roma"La Juve rischia di far saltare definitivamente il passaggio di Defrel alla Roma. E' il retroscena rivelato da Alfredo...

UNA JUVE TROPPO BRUTTA PER ESSERE VERA CADE A FIRENZE: TANTE INSUFFICIENZE, BUFFON ED HIGUAIN I MIGLIORI

Una Juve troppo brutta per essere vera cade a Firenze: tante insufficienze, Buffon ed Higuain i miglioriBuffon 6- Sollecitato in diverse occasioni dalla Fiorentina, il portierone bianconero salva in almeno 4 circostanze,...

GLI ALTRI BIANCONERI: TANTI CAMPIONATI FERMI PER LA PAUSA INVERNALE, SPINAZZOLA IL MIGLIORE DELLA SETTIMANA

Gli altri bianconeri: tanti campionati fermi per la pausa invernale, Spinazzola il migliore della settimanaWeekend ancora all'insegna della pausa invernale per i giocatori di proprietà della Juventus in prestito ad altri...

LETTERA DEL TIFOSO ANDREA: "SI DIMENTICANO LE VICENDE PASSATE"

LETTERA DEL TIFOSO Andrea: "Si dimenticano le vicende passate"Vorrei fare una riflessione, perché nelle valutazioni sulla situazione attuale della nostra Juventus si dimenticano le...

GLI ALTRI BIANCONERI - NEW ENTRY CALDARA SUFFICIENTE CONTRO LA LAZIO, LEALI NE INCASSA DUE

Gli altri bianconeri - New entry Caldara sufficiente contro la Lazio, Leali ne incassa dueAncora una volta settimana contraddistinta dai tanti campionati fermi, Serie B e Lega Pro su tutti che raccolgono il maggior...

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA FESTA DELLO JUVENTUS CLUB DOC GAETANO SCIREA DI MARSALA

Grande successo di pubblico per la festa dello Juventus Club Doc Gaetano Scirea di MarsalaIl 18 dicembre 2016, presso un noto ristorante della Città, si è tenuta a Marsala l’annuale festa dello...
 
Juventus (-1) 45
 
Roma 44
 
Napoli 41
 
Lazio 40
 
Milan (-1) 37
 
Inter 36
 
Atalanta 35
 
Torino 30
 
Fiorentina (-1) 30
 
Cagliari 26
 
Chievo Verona 25
 
Udinese 25
 
Sampdoria 24
 
Genoa 23
 
Bologna (-1) 23
 
Sassuolo 21
 
Empoli 18
 
Palermo 10
 
Crotone (-1) 9
 
Pescara (-1) 9

   Editore: TMW NETWORK srl Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI