TASTIERA VELENOSA - SARRI NON ACCETTA GLI ESAMI E METTA ALLA PARI TUTTI, MA DEVE STARE ATTENTO

06.10.2019 13:40 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
TASTIERA VELENOSA - SARRI NON ACCETTA GLI ESAMI E METTA ALLA PARI TUTTI, MA DEVE STARE ATTENTO

Maurizio Sarri è carico, ma meno del rivale Conte che spara contro gli ignoranti ed i tifosi beceri che hanno messo in discussione la sua stella, ma soprattutto ce l'ha con Andrea Agnelli che lo ha difeso. Parole discutibili su Agnelli, più comprensibili il resto, poi ognuno resta della sua opinione.

Maurizio Sarri aveva parlato prima e pensa giustamente solo e soltanto alla partita, che sarà difficilissima, complessa contro un avversario forte, reso così forte anche dall'allenatore che ha fatto un grandissimo lavoro.

SARRI NON PENSA AD UN ESAME DEFINITIVO - chiaramente il match di San Siro non è un esame definitivo, il match contro i nerazzurri vale molto ma poi come dice Sarri, ci sono ancora 31 partita da giocare, quindi parlare di lotta scudetto è relativo.

Sarri aggiunge:"Tre o quattro anni fa quando la Juve era a 10-11 punti dalla prima che mi pare fosse l'Inter, mi chiesero la favorita e io dissi Juventus. I giornalisti ridevano e poi vinse la Juve.".

GLI STEP DELLA JUVE -  la Juventus tenta di far bene e di crescere e per questo Sarri pensa che: "In questo momento conta poco, ora penso sia importante anche per loro confermare la crescita che sta avendo la squadra e mostrare la capacità di giocare grandi partite e di saper uscire da San Siro con una buona prestazione. Poi se con 93 punti in palio si pensa di sistemare una classifica a inizio ottobre penso sia un errore grossolano.".

JUVE MATURA - su una cosa, Maurizio Sarri ed Antonio Conte sembrano essere d'accordo, la Juventus è più abituata a vincere, ma questo non vuol dire per niente che vincerà: "Questa è una squadra che ha vinto e che è matura l'ha già dimostrato negli ultimi anni. Quest'anno abbiamo cambiato qualche giocatore, modo di giocare, dobbiamo fronteggiare avversari più forti, probabilmente, rispetto agli anni scorsi. Noi dobbiamo confermare i passi in avanti che stiamo facendo verso un certo tipo di calcio, se alziamo il livello delle prestazioni molto probabilmente i risultati arriveranno più facilmente. In questo momento dobbiamo essere molto concentrati sulle prestazioni.".

La prestazione con la Spal è stata buona, così come la prova di diversi singoli, lo stesso vale per la gara con il Bayer, a Milano, oggi, si alza l'asticella per una partita che con una vittoria può mandarla al primo posto, solo una sconfitta sarebbe un pò pesante da digerire, più che altro perchè sarebbe oggetto di discussione per due settimane.

Molto, però, dipenderà anche dalla prestazione e noi ci aspettiamo una grande Juve.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve