TASTIERA VELENOSA - SARRI, CONTINUA L’OPERA DI CONQUISTA, PRIMO GRADIMENTO, ALTROVE ROSICAMENTO

17.07.2019 21:40 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Chiara Biondini
TASTIERA VELENOSA - SARRI, CONTINUA L’OPERA DI CONQUISTA, PRIMO GRADIMENTO, ALTROVE ROSICAMENTO

Maurizio Sarri comincia ad abituarsi, un passo alla volta, un gradino al giorno, un piccolo pixel dopo l’altro, sta lasciando il blu del Chelsea dopo aver ormai da tempo perso l’azzurro partenopeo per vestire in pieno i colori della Vecchia Signora. 

Si sta innamorando dell’ambiente della professionalità ed a breve avrà il suo miglior giovane difensore mondiale, nel frattempo si gode il ben di Dio offensivo che gli hanno regalato e che probabilmente si sfoltirà. Se lo gode tutto è chissà se qualcosa o qualcuno deciderà di tenergli Higuain. Nel frattempo Ronaldo ed il Pipita fanno le prove di quello che non sono riusciti a fare lo scorso anno quando arrivò Ronaldo e parti Higuain. L’argentino ed Il portoghese si allenano insieme, si divertono, danno del tu al pallone e soprattutto fanno divertire anche Maurizio Sarri al punto da esaltarlo:”Oh si ora mi piace”, riferita ad una giocata con scambio in velocità spettacolare. Sarri si diverte, mai come adesso naviga nell’oro e può sbizzarrirsi, chissà cosa inventerà quando avrà Dybala. Con Ronaldo per lui è come stare nel paese dei balocchi della tecnica e vuole approfittarne.

Sta lavorando come un pazzo, sta conquistando gli addetti ai lavori bianconeri ed i tifosi che stanno capendo perché a Napoli lo apprezzavano così tanto. Parla poco, lavora molto, aspettiamo i risultati, ma le premesse ci piacciono, c'è fiducia che si possa continuare dove ci siamo fermati, vale a dire continuare a vincere, per ora si diverte Sarri, i tifosi sperano di cominciare a farlo da fine agosto. 

Altrove nel frattempo, il nome di Sarri è diventato tabù, un traditore, uno che ha scelto il nemico, calciatori che dovrebbero fargli un monumento che lo disprezzano, mancanza di riconoscenza. Dagli ex di Conte, non sentiamo la stessa cattiveria che sentiamo verso Sarri e sono storie ben diverse. Vedremo a fine stagione chi avrà ragione.  

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve