SOTTOBOSCO - Giornata da incorniciare. Juve in grado di rimontare, ma ha ancora scorie di sarrismo. Derby pericoloso per le milanesi. Verso la chiusura del mercato, Paratici in attesa: molto dipenderà da Khedira. Gravina dovrebbe spiegare

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
25.01.2021 00:31 di Andrea Bosco   Vedi letture
SOTTOBOSCO  - Giornata da incorniciare. Juve in grado di rimontare, ma ha ancora scorie di sarrismo. Derby pericoloso per le milanesi. Verso la chiusura del mercato, Paratici in attesa: molto dipenderà da Khedira. Gravina dovrebbe spiegare
© foto di Andrea Bosco

Giornata da incorniciare. A patto di non pensare di avere tra le mani un Picasso. Non è così: al massimo un Braque. Il Milan che evapora al Meazza contro la stupenda  Atalanta, l'Inter che sbatte contro il muro dell'Udinese e che ora (stante reazione esagerata) si vedrà orbata (per quanti turni?) del proprio allenatore, il Napoli preso a ceffoni a Verona: selvaggina da mettere nel carniere. A patto di migliorare. Perché  in quella vista contro il Bologna, evidenti risultano le scorie di sarrismo. Non sembra - a meno di cataclismi in classifica –  questa Juve in grado  (benché balli sempre la gara di recupero contro il Napoli) di rimontare 7 punti sul Milan.

Buone cose da Arthur, persino in gol (con deviazione), il solito Cuadrado, il texano in crescita (altro gol) esponenziale. Ma Ronaldo ad intermittenza,  Kulusevski con perdita di corrente, difesa (pur alla seconda senza gol) con troppe amnesie. Se il polacco è sempre tra i migliori in campo, il segnale non è ottimale: significa che alcuni bulloni vanno stretti.

Sono consapevole che, probabilmente, verrò giudicato severamente per queste parole. Io non pretendo una squadra dominante. Ci sono anche gli avversari. Ma se la Juventus a lungo soffre contro questo Bologna, significa che qualche cosa da rivedere, c'è.

In ogni caso: la Coppa Italia metterà di fronte Milan e Inter e due tra Atalanta, Lazio e Napoli. Madama contro la Spal dovrebbe avere (condizionale, in questa stagione tutto è possibile) vita più agevole. E specie il match tra le milanesi potrebbe produrre strascichi non ipotizzabili. Se il Milan perde, perderà anche quell'aura prodigiosa che finora l'ha accompagnato in questo primo scorcio di campionato. Se perde l' Inter, non appare inverosimile (gli annali lo testimoniano) che la squadra allenata da Conte possa precipitare in un tunnel dai contorni pericolosi. Quindi sulla carta, molto sembra congiurare a favore di Pirlo: sulla carta . Le bucce di banana sono all'angolo di ogni strada. E Madama è già ripetutamente scivolata. Rimonta difficile (la Juventus dovrebbe vincerle quasi tutte da qui alla fine ) ma non impossibile. La Juve potrebbe anche  riuscirci. Per blasone, storia, per la qualità di alcuni giocatori.

Il mercato si sta avviando alla conclusione. Per me la Juventus non farà alcuna operazione. Ma se Khedira dovesse risolvere il suo contratto, qualche cosa allora Paratici potrebbe produrre. Khedira pesa sul bilancio. Di più pesa Sarri, che nonostante le sirene di alcuni club in difficoltà, pare prediligere i dobloni della Juventus restando sul divano.

In ogni caso, Scamacca e/o Dzeko (dicunt) possibili. Paratici nega serva una punta. E io concordo con lui. Servirebbe un centrocampista: voto  Gravenberch .

Da ultimo penso che Gabriele Gravina dovrebbe spiegare per quale motivo non si sia costituito al collegio di garanzia del  Coni (nella querelle Napoli- Federazione). Alcuni reputano abbia disatteso ad un suo preciso dovere.