SOTTOBOSCO - Campionato compromesso: le colpe di Pirlo, squadra e società. Cambio modulo diventato un obbligo. Assenza Arthur pesante, perchè non puntare sul sostituto naturale? Proteste Juve: Agnelli, Nedved e Paratici sotto osservazione

15.02.2021 02:00 di Andrea Bosco   vedi letture
SOTTOBOSCO  - Campionato compromesso: le colpe di Pirlo, squadra e società. Cambio modulo diventato un obbligo. Assenza Arthur pesante, perchè non puntare sul sostituto naturale?  Proteste Juve: Agnelli, Nedved e Paratici sotto osservazione
© foto di Andrea Bosco

Le colpe della Juventus: aver buttato via il primo tempo a Napoli giocando al rallentatore. Le colpe di Pirlo: non capire che avendo difensori fortissimi, schierarsi a tre in difesa, non dovrebbe essere una possibilità: dovrebbe essere un obbligo. Le colpe della società: aver fatto la “splendida“ evitando di salvaguardare i propri interessi. Le colpe della Lega, della Federazione e del Coni: essere arrivati all'orrore di far disputare la gara di ritorno con il Napoli, senza aver trovato prima una data per recuperare quella di andata. Al netto dell'atteggiamento arrogante da parte di Gravina,  silente sui motivi per i quali la Federazione non si è costituita al Coni (come era suo diritto, ma soprattutto suo dovere, dopo le conclusioni in Appello di Sandulli), al netto di tutto questo resta l'iniquità di un campionato che vedrà in scena Juventus – Napoli a Torino a maggio. Nel mezzo di un vero ingorgo, quando con la Champions (se Madama resterà in corsa: o qualcuno nel Palazzo sta gufando?) Pirlo si dovrà disporre a giocare in tempi ravvicinati anche le gare con Milan, Inter e Napoli. Oltre che la finale di Coppa Italia con l'Atalanta.

Non mi piacciono le polemiche sui rigori. A termine di regolamento il fallo di Chiellini è sempre rigore. Il Napoli ha fatto la gara che doveva fare:  difendendo ad oltranza. Forse c'era un secondo giallo per Di Lorenzo. Forse Doveri ha tollerato troppi “infortuni“ con conseguente perdita di tempo. Ma se non la butti dentro (superlativo Meret) hai sempre torto .

Ora il campionato per la Juventus è diventato un K2 da scalare senza ossigeno. La matematica non condanna, ma oggettivamente questo è un torneo che solo le milanesi possono perdere.  Deve preoccupare Pirlo la sequela di infortuni che stanno martoriando la Juve. Quello di Arthur in primis. E visto che di alternative “pensanti“ a centrocampo, Pirlo non ne ha,  al suo posto darei una possibilità a Fagioli. Non ha esperienza ma ha qualità. Provare non costa: specie se devi fare di necessità, virtù .

Modesto  consiglio. Eviti la dirigenza della Juventus di protestare sistematicamente, durante le gare. Ormai Agnelli, Nedved e Paratici sono sotto osservazione. Se devono protestare, se  pensano di essere nel giusto, alzino il telefono e chiamino il signor Gravina . E se il presidente federale, come nel caso Juve-Napoli- Coni si negherà, allora magari indicano una conferenza stampa. E spieghino  i motivi del loro dissenso.  Altrimenti si contengano. Non stanno facendo una bella figura.