Il giovane che cresce: Stefano Beltrame

31.01.2013 18:15 di Carlo Morizio  articolo letto 17398 volte
© foto di Federico De Luca
Il giovane che cresce: Stefano Beltrame

Il giovane che cresce: eccome se cresce. Stefano Beltrame ha appena vissuto senza dubbio la settimana più importante della sua carriera: prima il debutto in serie A nello sfortunato pareggio contro il Genoa e dopo la vittoria con gol d'autore nella partita di ritorno della semifinale del derby Primavera. Ma analizziamo adesso il giocatore Beltrame. Grande tecnica e rapidità, soprattutto nei primi metri, sono le caratteristiche principali di questo ragazzo che quando punta l'uomo difficilmente lo si riesce a fermare. Un'altra dote importante del ragazzo classe '93 è un intelligenza tattica fuori dal comune: riesce sempre infatti a far la giocata giusta al momento giusto, cosa alquanto rara per un ragazzo che deve ancora compiere vent'anni.
Ma quello che più fa ben sperare di questo ragazzo è la sua crescita nell'ultimo periodo: Beltrame infatti,  una volta arrivato alla Juventus nella stagione 2011/2012, non si è fermato ma ha continuato ad impegnarsi e a migliorare finendo così sotto la luce dei riflettori. Nelle ultime partite è sempre stato convocato da Conte, e con il Genoa ha giocato una manciata di minuti nel quale ha anche sfiorato la rete. In Primavera invece nel doppio confronto contro il Torino valido per la semifinale di Coppa Italia è stato entusiasmante: all'andata pur senza segnare ha sfornato giocate sublimi, mostrandosi di un'altra categoria. Al ritorno ha invece segnato con una punizione fantastica dopo una partita sempre da protagonista. Probabilmente il ragazzo a fine anno si andrà a fare le ossa in prestito da qualche parte, ma non è escluso in seguito un ritorno alla casa base non più come un semplice giovane che si deve far le ossa, ma magari da protagonista, come molti tifosi juventini si augurano.