A DOMANDA RISPONDE - Firmata un'impresa. Attribuiamo i meriti: sul podio anche un grande ex. Juve più forte di sempre in caso di trionfo Champions. In Galles può sfatare tabù. Allegri via come Mou dopo Triplete? Ecco come finirà...

22.05.2017 01:08 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 21103 volte
A DOMANDA RISPONDE - Firmata un'impresa. Attribuiamo i meriti: sul podio anche un grande ex. Juve più forte di sempre in caso di trionfo Champions. In Galles può sfatare tabù. Allegri via come Mou dopo Triplete? Ecco come finirà...

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, editorialista del Corriere dello Sport-Stadio.

 

Dopo il sesto scudetto consecutivo, pensa che questa sia la Juve più forte di sempre?
“Penso che, qualora vincesse Champions League il 3 giugno a Cardiff questa potrebbe essere definita la Juve più forte di sempre e sia detto con la massima considerazione dell’Era Trapattoni e della prima Era Lippi, culminata con lo storico trionfo europeo di Roma ‘96. Il primo quinquennio d’oro? Certo che non lo dimentico, ma risale agli Anni Trenta e, quello, era tutto un altro calcio che non ha niente a che vedere con i ritmi frenetici e la moltiplicazione degli impegni del XXI secolo. La Juve di Allegri ha firmato un’impresa che nessuna altra squadra è stata capace di realizzare nei primi quattro campionato europei più importanti (Italia, Germania, Inghilterra e Spagna). Ci sono sì, gli exploit della Dinamo Zagabria in Croazia che il Rjieka interrompe o del Lione in Francia o del Basilea in Svizzera, ma, con tutto il rispetto per questi campionati, quanto a tasso di difficoltà sono imparagonabili alla serie A. E, per chi ama le statistiche precise, segnalo la ricerca condotta da calciomercato.com che, in ordine crescente, lega il numero di scudetti vinti alla serie di titoli consecutivi.: 

- Comunicaciones, Guatemala, vanta 30 campionati vinti, con una striscia di sette scudetti di fila dal 1997 al 2003.
- Club Deportivo Olimpia, Honduras, meglio conosciuto con il nome Olimpia Tegucigalpa, 30 scudetti nel campionato dell’Honduras, con una striscia di sette scudetti di fila dal 2007 al 2013.
- Racing Club Aruba, 31 titoli: per quattro volte a vincere due scudetti di fila in tutta la storia: 1978,1979 / 1986,1987 / 2011,2012 / 2015,2016.
- CSKA Sofia, 31 campionati bulgari, striscia di 9 campionati di fila dal 1954 al 1962.
- Colo-Colo,  31 titoli cileni, record  di quattro campionati di fila, dal 2006 al 2009.
- Cerro Porteño, 31 scudetti nel campionato del Paraguay,  record di tre campionati di fila: 1972,1973,1974.
- Real Madrid, 32 scudetti,  record di cinque scudetti consecutivi per due volte ; Dal 1960 al 1965 e dal 1985 al 1990.
- Juventus, 35 scudetti su campo (2 revocati dalle sentenze di Calciopoli), due strisce record: dal 1930 al 1935 e dal 2011 al 2017, record assoluto stabilito il 21 maggio 2017.
- Al-Faysaly, 32 scudetti nel campionato di Giordania, record e' di 8 scudetti di fila: dal 1959 al 1966.
- Sparta Praga, 33 scudetti nel campionato della Republica Ceca, record di 5 scudetti di fila: dal 1987 al 1991.
- Rapid Vienna, 33 scudetti,  record di 3 scudetti consecutivi: dal 1917 al 1920.
- Deportivo Saprissa, Costarica, 33 scudetti, record di 6 campionati di fila dal 1972 al 1977.
- Anderlecht, 33 scudetti, record di 5 campionati di fila: dal 1964 al 1968
- Al-Muharraq, Bahrain, 33 scudetti vinti,record di 8 scudetti di fila: dal 1960 al 1967.
- Ajax, 33 scudetti, record dii 4 scudetti di fila: dal 2011 al 2014.
- Juventus, 35 scudetti su campo (2 revocati dalle sentenze di Calciopoli), due strisce record: dal 1930 al 1935 e dal 2011 al 2017, record assoluto stabilito il 21 maggio 2017.
- Benfica 35 scudetti vinti nel campionato portoghese, record in sei occasioni di tre vittorie di   1936 al 1938 / dal 1963 al 1965 / dal 1966 al 1969 / dal 1971 al 1973 / dal 1975 al 1977 / dal 2014 al 2016.
- River Plate, 36 scudetti vinti nel campionato argentino, record e' di tre scudetti di fila per  tre volte: dal 1955 al 1957 / dal 1979 al 1981 / dal 2002 al 2004.
- Al-Ahly, Egitto, 38 scudetti nel campionato d'Egitto, record di 7 scudetti di fila, raggiunto due volte: dal 1994 al 2000 / dal 2005 al 2011.
- Club Olimpia Asunción, 40 scudetti nel campionato paraguayano, record di 6 scudetti di fila:dal 1978 al 1983.
- South China,  41 scudetti vinti nel campionato di Hong Kong, record e' di 6 scudetti di fila: dal 1956 al 1962.
- Olympiakos,  44 scudetti nel campionato greco, record e' di 7 scudetti di fila, per due volte: dal 1997 al 2003 / dal 2011 al 2017.
- Nacional Montevideo, 45 scudetti nel campionato uruguaiano, record di 5 scudetti di fila: dal 1939 al 1943.
- Celtic, 48 scudetti nel campionato scozzese, record di 9 scudetti di fila: dal 1966 al 1974.
- Peñarol, 50 scudetti nel campionato uruguayano, record di 5 scudetti in due occasioni: dal 1958 al 1962 / dal 1993 al 1997.
- Linfield, 51 scudetti nel campionato dell'Irlanda del Nord, record di 6 scudetti di fila: dal 1982 al 1987.
- Glasgow Rangers, 54 scudetti nel campionato scozzese, record di 9 scudetti di fila: dal 1989 al 1997.

Statistica interessante, per veri appassionati. Ma, su un podio ideale, chi colloca sul gradino più alto?
"La società per il lavoro degli ultimi sette anni, da quando, cioè, Andrea Agnelli ne è diventato presidente: ha scelto gli uomini giusti al momento giusto e li ha piazzati nel posto giusto. A ruota della società, in ordine cronologico Conte, che ha restituito a milioni di tifosi bianconeri l’orgoglio di essere della Juve;  Allegri, che ha addirittura fatto meglio di Conte, eguagliandone il numero di scudetti vinti, ma centrando due finali di Champions League nell’arco di tre edizioni. A ruota di Conte e Allegri, i giocatori susseguitisi in questi sette anni, su tutti, Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini”.

Quando la Juve ha cominciato a vincere il sesto titolo consecutivo?
“L’estate scorsa, quando la società ha condotto la più spettacolare campagna acquisti del terzo millennio”.

Pensa che la Juve possa vincere la Champions League il 3 giugno a Cardiff?
“Sì. Se c’è un anno in cui sia possibile sfatare il tabù (8 finali, 2 vinte, 6 perse), è questo. Allegri ha costruito la squadra perfetta che in Galles può giocare la partita perfetta e battere il Real, campione d’Europa e del mondo in carica”.

Crede che Allegri rimarrà alla guida della Juve, indipendentemente dall’esito della finale di Cardiff o, se la vincesse, farebbe come Mourinho nel 2010 quando dopo il Triplete  mollò l’Intera per andare al Real?
“La Juve ha proposto ad Allegri di rimanere sino al 2020. Sul mercato non bisogna mai dire mai, tuttavia io ritengo che Allegri resterà alla guida della Juve. Quale squadra nel mondo, ora come ora, potrebbe dargli di più? E non mi riferisco all’ingaggio”.