TRA QUELLI CHE VOGLIONO LA JUVE E QUELLI CHE PARTONO ED HANNO DA RIDIRE

28.09.2022 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
TRA QUELLI CHE VOGLIONO LA JUVE E QUELLI CHE PARTONO ED HANNO DA RIDIRE
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

E' un momento particolare per la Juventus, c'è poco entusiasmo per via della situazione della squadra, ma dai ritiri delle varie nazionali si nota, invece come certi giocatori siano stati pronti a tutto per vestire la maglia bianconera.

Lo ha detto Arek Milik, forse il migliore tra gli acquisti appena arrivati, sicuramente uno di quelli che ha esordito convincendo di più e che se gli fosse stato dato il giusto avrebbe regalato ai bianconeri due punti fondamentali in classifica: "Sto bene con la maglia della Juventus, è un kit con dei bei colori e dei buoni sponsor - ha esordito -. Mi sono sempre approcciato con calma alle questioni di mercato. Io sono concentrato solo sul campo, al resto pensano i miei agenti. A loro ho detto di disturbarmi solo se c’era un’offerta concreta, dopo Marsiglia-Nantes mi hanno chiamato dicendomi che c’era la Juve. I giorni successivi sono volato a Torino per parlare con il club. Il mio agente mi ha chiamato solo quando l’interesse era diventato serio. La mia scelta è stata rapida, è sempre stato il mio sogno di giocare in un club così grande. Quando ero piccolo volevo giocare in una grande squadra e al mondo non ce ne sono tantissimi. Mi ha fatto piacere questa occasione, non avevo nulla da perdere”.

Leandro Paredes ha parlato così del suo trasferimento estivo dal PSG alla Juventus, anche lui si trova bene a Torino, anche con tutte le difficoltà del caso: "Cambiare squadra prima del Mondiale è stata una scelta difficile, ma credo di aver fatto la decisione corretta. La cosa importante per me era giocare con continuità e farlo in una grande squadra come la Juventus. Giocare alla Juventus era uno dei miei sogni". 

QUELLI ANDATI VIA - sentimenti di affetto e di gratitudine verso la Juventus che troviamo nei nuovi arrivati sperando che possano essere confermati anche in futuro, troppe voci e pensieri, infatti cambiano quando si esce da Torino, come successo a Kulusevski, come successo a Zakaria, come successo ad Arthur, tutti con sentimenti più o meno di rivalsa verso la Juventus che li ha sedotti ed abbandonati.

Chi sceglie la Juventus va via a malincuore e sicuramente non ci rimane bene, ma per valerla bisogna dimostrare e soprattutto oggi bisogna dare tutto per aiutare una squadra che è in una situazione difficile ed ha bisogno di tutti.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve