SARRI METTE TUTTI SULL’ATTENTI, FA IL BALLO DELLA PIOGGIA E CI DÀ RAGIONE!

02.08.2020 09:30 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
SARRI METTE TUTTI SULL’ATTENTI, FA IL BALLO DELLA PIOGGIA E CI DÀ RAGIONE!

Tjpavan

Maurizio Sarri mette tutti sull’attenti, con il Lione bisognerà stare molto attenti perché i francesi stanno bene, mentre la Juventus non si sa proprio come sta, al punto che Sarri scherzando fa il ballo della pioggia: “Spero piova venerdì, la temperatura era inaccessibile questa sera. Scherzi a parte dobbiamo riaccendere tutte le spine che abbiamo staccato in questi giorni. Dobbiamo ritrovare energie mentali e nervose, recuperare più giocatori possibili e scegliere tra i giocatori a disposizione quelli che ci sembra abbiano più energie. Sarà una partita difficilissima però poi le energie che son rimaste, che sono poche, le dobbiamo sparare tutte in questa partita. 

LA PAURA - Sarri addirittura parla di paura: “Un po' di paura ci può far bene. Noi dopo la Lazio il campionato l'abbiamo sentito vinto a livello inconscio. Dobbiamo sapere che l'avversario è duro e che partire dallo 0-1 è difficile, tanto più in queste condizioni. Un piccolo di strizza, di paura ci può fare bene”. Poche volte abbiamo sentito parlare di paura, ma Sarri decide per questa interpretazione, chissà cosa avrebbe pensato Allegri che partiva da 2-0 contro l’Atletico...

TUTTI SULL’ATTENTI - il Lione avrà giocato anche meno o sarà meno carico sul ritmo partita, ma sta bene: “Ho visto il Lione ieri sera e domani voglio cominciare a studiarlo che è una cosa diversa. A vedere ci metti 90 minuti, per studiarlo ci metto 4 ore perché fermo la partita per studiare i movimenti e capire quali sono organizzati e quali occasionali. Mi ha colpito che stanno bene fisicamente, sia nei 90 minuti che ai supplementari. Il problema del gol si è manifestato dopo il lockdown, prima non molto spesso. Questo è un problema su cui dobbiamo riflettere perché prendere gol ci complicherebbe la partita in maniera pesante”.

IL PROBLEMA PRINCIPALE È LA DIFESA - Maurizio Sarri non è preoccupato della difesa, beato lui: “Mi lascia tranquillo perché ci sono partite giocate con titolo vinto o quasi vinto quindi le ritengo meno indicative. Altre le ritengo maggiormente indicative ed è un problema che ci è venuto fuori da lì. Dobbiamo cercare di capire i motivi e come rimediare in questi dei giorni”.

Abbiamo definito la Juventus in questo momento indecifrabile, alla fine pure Sarri se ne accorge e ci dà ragione: “È una situazione talmente atipica che non ci sono esperienze su questo tipo di condizione. Mi sono sempre posto questa domanda. Non riesco a capire come sia meglio arrivarci. La risposta non ce l'ho, spero dopo la partita che siamo messi meglio noi".

A questo punto per venerdì prossimo si deve sperare in una congiuntura favorevole astrale, le variabili sono indecifrabili, ad oggi, potrebbe succedere di tutto. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve