SARRI, CORAGGIO E RISCHI

05.09.2019 11:30 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SARRI, CORAGGIO E RISCHI

La Juventus si è ritrovata dopo i tre giorni di pausa in seguito alla vittoria contro il Napoli, Gonzalo Higuain e Douglas Costa torneranno invece in gruppo venerdì, avendo usufruito di due giorni supplementari di riposo concessi da Maurizio Sarri.

BUONA NOTIZIA SARRI, CORAGGIO E RISCHI  - la buona notizia è che il Mister bianconero è in ripresa, ha diretto parzialmente la seduta di allenamento. Nel menu di giornata, ovviamente, una ripresa con lavoro di attivazione e atletico, seguito poi da esercizi di possesso palla, partitina e lavori personalizzati nel finale. Sarri vuole esserci per la trasferta di Firenze, soffre troppo a stare fuori e contro il Napoli ha patito le pene dell’inferno. Il suo obiettivo è chiaro andare in panchina tra una decina di giorni.

Nel frattempo scelte rischiose e forse impopolari quelle di Champions con l’esclusione di Emre Can. Sarri deve fare delle scelte e una ha già portato alla prima mezza polemica di stagione, bisognerà lavorare per gestire bene queste situazioni. Da venerdì ci saranno Danilo, Rugani, Khedira, Ramsey, Rabiot, Douglas Costa, Mandzukic, Higuain, Buffon e Pinsoglio, forse il mister lavorerà proprio sul centrocampo in vista di Firenze con almeno cinque potenziali titolari. 

Tanto da fare per lui. Le idee già si vedono bisogna migliorare attenzione e condizione. Non facile, i giocatori arriveranno a frotte: Bonucci e Bernardeschi visto che domenica l'Italia giocherà contro la Finlandia e quindi gli azzurri esauriranno i loro impegni. De Ligt e Szczesny ed Emre Can martedì, Ronaldo  Demiral e Matuidi mercoledì, Gli ultimi che invece faranno il loro ritorno alla base saranno Dybala, Alex Sandro, Bentancur e Cuadrado. I sudamericani torneranno proprio a ridosso della sfida contro la Fiorentina.

Insomma un bel rebus per Sarri per preparare la difficile sfida di Firenze. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve