NEDVED CI METTE LA FACCIA, MA DOVREBBE DIRE QUALCOSA DI PIÙ

01.12.2021 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
NEDVED CI METTE LA FACCIA, MA DOVREBBE DIRE QUALCOSA DI PIÙ
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Non è un momento facile, lo sappiamo, non è semplice essere dirigenti ora, quando si è nella bufera, quando si accusati, come lo stesso Nedved che dovrà presentarsi per rispondere ai giudici.

Nedved ci ha messo la faccia e lo ha fatto in modo coraggioso e anche giusto, in un certo senso rassicurando, chi crede debba essere rassicurato: "Ma io non credo sia stato fatto il passo più lungo della gamba. Abbiamo rilasciato il nostro comunicato, che sia chiaro, si è espresso anche il nostro presidente Andrea Agnelli, ha parlato alla squadra, ha parlato ai dipendenti, alla fine ha parlato anche l'azionista di maggioranza John Elkann. Secondo me non è giusto che parli io oggi. Ma io non credo che ci saranno dei problemi all'interno della società. Se parlo del gruppo squadra, ai giocatori tocca poco, ho esperienza, questi guardano, ma  sono concentrati sul campo. Quello che riguarda la società non penso, perchè durante tutti questi anni - io sono già undici anni che sono fuori dl campo - abbiamo vissuto tante difficoltà, tante cose difficile, perciò è una in più, ma...C'erano delle difficoltà grosse che si sono risolte e questo fa parte di essere Juve. Noi siamo orgogliosi, siamo onorati di poter rappresentare la Juve, perciò fa parte del nostro mondo, del mondo Juve".

Le parole del dirigente bianconero vanno benissimo, ma va detto che forse questo non è solo il momento di difendersi, ma anche di attaccare, come Nedved ha fatto sempre in campo. Capiamo, assolutamente, la prudenza del dirigente bianconero, ma non è ammissibile che ci siano questo tipo di inchieste nel bel mezzo della stagione, prima di partite importanti creando una destabilizzazione forse voluta su fatti noti e stranoti.

Se un'operazione non si poteva fare, siccome sono state annunciate con comunicati ed erano tutte risapute,ci chiediamo come mai nessuno nei precedenti tre anni ha mai alzato la mano indicando queste operazioni come rischiose.

Insomma, contraddizioni che andrebbero spiegate, perchè quei nessuno parla di operazioni nascoste ma valutazioni note e arcinote che nessuno ha mai contestato e che ora qualcuno si è preso la briga di sottolineare.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve