ESCLUSIVA TJ - Massimo Carrera: "Spero possa ripetersi la Juve dell'Olimpico, per i difensori meglio giochi Lukaku. Dybala ritorno importante. Chiesa? Meglio esterno"

23.11.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Massimo Carrera: "Spero possa ripetersi la Juve dell'Olimpico, per i difensori meglio giochi Lukaku. Dybala ritorno importante. Chiesa? Meglio esterno"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"La Juve arriva bene alla sfida di stasera, con la Lazio ha vinto e non ha concesso quasi nulla. Allegri sta iniziando a vedere la squadra che vuole lui, meno male che va a giocare con la qualificazione già in tasca in quanto resta un impegno sempre probante. Sicuramente riposerà qualcuno". Pensieri e parole di Massimo Carrera, ex calciatore ed allenatore bianconero, che ai microfoni di TuttoJuve.com ha analizzato la partita di stasera e non solo:

Il fatto di giocare con due risultati su tre potrebbe allentare un po' la tensione? La Juve in campionato è costretta a giocare sempre col coltello tra i denti, mentre qui stasera potrebbe avere un po' di respiro.

"Però arrivare primi nel girone di Champions è sempre un vantaggio, non ha l'obbligo della vittoria ma non potrà nemmeno giocare un brutto incontro. Sarà un match dalle emozioni diverse rispetto a quelli giocati in campionato".

Il Chelsea, a parte vivere un grandissimo momento, sta vincendo senza il giocatore più pagato dell'ultima campagna acquisti. Che ne pensi?

"E' in un momento strabiliante di forma, sta dimostrando la sua grande forza con il primato in Premier ed è davvero difficile da affrontare tra le mura amiche. Gli inglesi giocheranno per la vittoria, questo è assodato, ma la Juve vista con la Lazio mi è piaciuta. Spero potrà ripetersi".

Ho accennato nella domanda precedente a Lukaku, senza di lui il Chelsea sta comunque ottenendo grandi risultati. Sarà un bene o un male che partirà dalla panchina?

"Lukaku è un centravanti davvero forte, senza di lui verrà espresso un gioco diverso. Ci saranno meno palloni in verticale, meno lanci sulla prima punta, i giocatori del Chelsea proveranno più a muoversi tra le linee nemiche in modo da non dare punti di riferimento".

Un allenatore come la prepara una partita del genere?

"Per la difesa è un po' più semplice avere un punto di riferimento, al contrario potrebbe essere più difficile coprire gli spazi e le linee. Sicuramente è più complicato gestire una situazione del genere, ma la Juve dal punto di vista difensivo offre tantissime garanzie. L'importante sarà non subire gol".

Quanto potrà essere importante ritrovare un giocatore del talento di Dybala?

"Penso che Dybala sia un giocatore importante per questa squadra, è imprevedibile e può mettere in crisi qualsiasi difesa".

Con il ritorno del numero 10, Chiesa tornerà probabilmente a giocare sull'esterno. Meglio lì o più al centro?

"Da esterno fa valere la sua forza, è veloce e abile nell'uno contro uno. In quel ruolo non è mai girato di spalle, questo è un vantaggio perché è in grado così di dare il meglio di sé. Federico è un grande giocatore".

Com'è Stamford Bridge? Che sensazioni ricordi di quello stadio?

"E' affascinante, riesce ad essere una bolgia pur non contenendo tanti spettatori. L'ambiente può diventare difficile da gestire, la Juve però è abituata a certi palcoscenici e di certo non subirà il suo fascino".

All'andata ti eri espresso in maniera positiva auspicando la vittoria della Juve. Hai voglia di portare nuovamente fortuna ai bianconeri?

"Non sono un mago, tantomeno ho la palla di cristallo (sorride ndr). La Juve se la giocherà e possiede tutte le carte in regola per fare un bel match".

La vittoria in campionato con la Lazio ha rilanciato le aspirazioni scudetto del club?

"Io sono d'accordo con Allegri quando dice di pensare partita dopo partita e raccogliere il più possibile. Sono importantissimi gli scontri diretti, già la vittoria con la Lazio è positiva in tal senso. Ora dovrà continuare a far bene, la sfida con l'Atalanta sarà da vincere come le precedenti".

Si ringrazia Massimo Carrera per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.