ESCLUSIVA TJ - Joe Shread (Sky Sports UK): "Match serrato, non andrà come nel 2012. Allegri non si difenderà, Juve aiutata dall'addio di CR7. Sul duello Lukaku-Chiellini..."

28.09.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Joe Shread (Sky Sports UK): "Match serrato, non andrà come nel 2012. Allegri non si difenderà, Juve aiutata dall'addio di CR7. Sul duello Lukaku-Chiellini..."
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega britannico di Sky Sports molto vicino alle vicende del Chelsea, Joseph Shread, per parlare approfonditamente del match e non solo:

Si affrontano le due squadre più forti del girone, che partita ci dobbiamo aspettare? Il Chelsea è la squadra favorita per vincere la partita?

"Mi aspetto una partita serrata, senz'altro sono d'accordo nel definirle le due squadre più forti del girone. Il Chelsea è migliorato tantissimo nella fase difensiva con Tuchel, ma non ha nemmeno segnato molti gol. Penso che i blues siano leggermente favorito per l'inizio di stagione, l'impressione è che proveranno a riprendersi dalla prima sconfitta stagionale con il Manchester City. La vulnerabilità della Juve nelle ultime uscite darà ulteriore fiducia ai campioni d'Europa".

Juve vulnerabile, dunque quale è il parere sui bianconeri oltremanica? C'è il pensiero che si sia indebolita con l'addio di CR7?

"In Inghilterra si considera la Juventus come una delle squadre più forti in Europa. La sensazione è che l'addio di Ronaldo possa aver aiutato i bianconeri, perché con il portoghese le prestazioni in Europa sono peggiorate. Il pensiero è che questa squadra, nonostante un avvio non brillantissimo, possa diventare migliore nei prossimi mesi, visto che Max Allegri è un allenatore migliore di Andrea Pirlo".

Invece il Chelsea, come dicevi poc'anzi, ha tutta l'intenzione di volersi riscattare dalla sconfitta interna con il City. Che periodo sta attraversando la squadra di Tuchel? E' in buone condizioni per il match di domani?

"I risultati ottenuti fin qui sono stati buoni, il Chelsea ha già affrontato grossi club come Arsenal, Liverpool, Tottenham, Man City e la sconfitta contro la squadra di Pep Guardiola è stata solo la prima della stagione. Tuttavia, Tuchel ha ammesso che le prestazioni non sono state all'altezza e alla squadra manca di fluidità in attacco. Penso che questo sia dovuto al fatto che gli altri giocatori si stanno ancora adattando a Romelu Lukaku, mentre molti degli attaccanti - Havertz, Ziyech, Mount - non sono ancora al top. A Torino, i blues si presenteranno in buone condizioni".

Quanto sarà favorito il Chelsea dalle assenze di Dybala e Morata? 

"Penso che sia una grande spinta per il Chelsea, perché non c'è dubbio che siano due degli attaccanti più pericolosi della Juve. Tuttavia non sono sicuro che per questo Allegri giocherà una partita più difensiva, potrebbe essere un rischio viste le difficoltà manifestate fin qui in difesa. Szczesny ha avuto qualche incertezza ultimamente, quindi affidarsi alla sua difesa per vincere la partita potrebbe essere una strategia rischiosa".

C'è una statistica curiosa legata a Juve-Chelsea: anche nel 2012 i londinesi erano campioni d'Europa, ma in quella circostanza non andò per niente bene.

"E' vero, però il Chelsea è una squadra diversa da allora. In panchina c'era Di Matteo che l'anno prima aveva vinto la Champions, ma non era un grande allenatore ed è stato esonerato subito dopo. Ora c'è Tuchel, uno dei migliori al mondo. Quella era una squadra in transizione all'epoca, con Drogba che se ne andò e altri senatori come Ashley Cole e Lampard erano quasi a fine ciclo. Nove anni fa c'erano tanti giocatori giovani, qui invece c'è grande esperienza".

Lukaku ha sempre lottato contro Chiellini. È il giocatore più temuto del Chelsea?

"Penso che questo sia uno scontro che tutti non vedono l'ora di vedere, Lukaku torna in Italia per affrontare l'iconico duo bianconero formato da Chiellini e Bonucci. Il belga è la punta di diamante della squadra, c'è maggior possibilità di vittoria se sta bene e vince il duello con Chiellini. Il pensiero è che voglia riscattarsi dall'opaca prestazione con il City, ha iniziato molto bene la stagione e sarà fiducioso di far bene con la Juve".

Quale Chelsea dobbiamo aspettarci? Sai già che formazione farà Tuchel?

"Penso che in difesa si schiererà a tre, è il modo di difendere da quando è arrivato e il record difensivo acquisito è davvero molto buono. Tuchel ha giocato un 3-5-2 contro il Manchester City e non ha funzionato, poiché la formazione era troppo difensiva e questo non ha portato rifornimenti a Lukaku e Werner troppo isolati in avanti. Mi aspetto un 3-4-3 con la Juve, da monitorare le condizioni di Mount che se passa il provino tornerà in squadra. È così importante nel collegare il centrocampo e l'attacco, la sua assenza si è sentita con il City".

Una curiosità: si parla dell'interesse del Chelsea per de Ligt. È l'occasione giusta per osservarlo da vicino?

"Non si parla molto di de Ligt qui in Inghilterra, ma è noto l'interesse che il Chelsea possiede nel voler firmare un nuovo difensore. In estate, fino all'ultimo, ha provato a prendere Kounde del Siviglia. A fine stagione potrebbe esserci una rivoluzione in difesa, poiché Thiago Silva, Azpilicueta e Rudiger sono tutti in scadenza di contratto. Se De Ligt fosse sul mercato, penso che il Chelsea sarebbe molto interessato e lo potrebbe davvero osservare da vicino nel match di domani sera".

Si ringrazia Joseph Shread per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.