ESCLUSIVA TJ - Cristian Zenoni: "L'Atalanta farà la partita, Lookman può far male come Malinovskyi. Il ruolo di Chiesa non mi convince. Maehle? Meglio puntare su Barbieri"

20.01.2023 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Cristian Zenoni: "L'Atalanta farà la partita, Lookman può far male come Malinovskyi. Il ruolo di Chiesa non mi convince. Maehle? Meglio puntare su Barbieri"
TuttoJuve.com
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il doppio ex della sfida di domenica sera, Cristian Zenoni, per parlare approfonditamente di Juventus-Atalanta e non solo:

Partita di cartello quella dello "Stadium", le due squadre sono distanti solo tre punti. Che match sarà Juve-Atalanta?

"Entrambe le squadre sono reduci dal successo in Coppa Italia, ma il momento è diametralmente opposto: l'Atalanta si presenterà a Torino al top della condizione forte dei 13 gol fatti nelle ultime due uscite, la Juve deve cercare di rimettersi in carreggiata dopo la sconfitta patita a Napoli. Mi aspetto che a fare la partita sarà la formazione ospite, ma i padroni di casa sono sempre difficili da decifrare. Pur non avendo un gioco entusiasmante, i singoli possono metterti sempre in difficoltà. Il confronto tra Allegri e Gasperini è sempre molto intrigante".

L'Atalanta ha un ottimo ruolino di marcia negli ultimi quattro anni, ma le due partite dello scorso anno non furono però dominate dai bergamaschi.

"L'Atalanta prova sempre a giocare la partita, non calcola chi si trova di fronte. Sembra abbia ritrovato la solita brillantezza, è un avversario da prendere con le pinze in questo momento".

E non trovarsi più di fronte Freuler e soprattutto Malinovskyi sarà un qualcosa di estremamente positivo per i colori bianconeri.

"Sono stati due calciatori che si sono tolti delle soddisfazioni contro la Juve, ma l'Atalanta è comunque in possesso di singoli importanti in grado di decidere un incontro. Bisognerà stare attenti, in particolar modo, a Lookman e Hojlund: il primo è in un momento di forma fantastico, il secondo sembra essersi adattato bene al gioco di Gasperini. La fase offensiva della 'Dea' è sempre molto pericolosa".

Col Monza non ci sono state grosse rivoluzioni, ci saranno con l'Atalanta?

"No, non me ne aspetto. C'è ancora qualche giocatore che non è rientrato al 100%, bisognerà capire se forniranno le giuste garanzie per tornare da titolari. La Juve è mancata ad inizio campionato, purtroppo l'infermeria piena non ha aiutato abbastanza. Perché qualcuno di loro, come Pogba e Chiesa su tutti, avrebbero potuto fare la differenza. La Juve, per me, può ancora dire la sua per il titolo".

Ti convince il ruolo di Chiesa come esterno alto con compiti difensivi?

"Onestamente no, per me deve essere avvicinato di più alla porta. Un Chiesa più lucido, vedendo anche le sue caratteristiche, può essere decisamente più efficace in fase offensiva. Se è stato schierato lì, significa che per Allegri può essere utile in quella posizione. Gli allenatori si basano anche su quello che vedono durante la settimana, e spesso a noi questo dettaglio può sfuggire".

Sarà anche l'occasione di vedere all'opera Maehle, titolare nella sfida con lo Spezia in Coppa Italia. Può essere all'altezza della Juve?

"E' un buon giocatore, ma per essere adatti alla Juve devi essere ad alti livelli. Per me è meglio puntare sulla linea verde, in tal senso nella Next Gen ci sono molti giovani di prospettiva come Barbieri. Non dimentichiamoci che nella prima parte di campionato, l'entusiasmo e la freschezza dei ragazzi sono stati essenziali per la risalita. E Allegri è stato bravo a puntare su di loro".

Come finirà il match? Te la senti di fare un pronostico?

"Da bergamasco spero nell'Atalanta, è in un gran periodo e può fare risultato pieno a Torino".

Si ringrazia Cristian Zenoni per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.