ESCLUSIVA TJ - Armand Traore: "Sto pensando al ritiro, Juve vincerà la sua sfida. Pirlo? Roma non è stata costruita in un giorno. Su Dybala e Haaland..."

08.04.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Armand Traore: "Sto pensando al ritiro, Juve vincerà la sua sfida. Pirlo? Roma non è stata costruita in un giorno. Su Dybala e Haaland..."
TuttoJuve.com
© foto di PhotoViews

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex terzino sinistro della Juventus allenata da Gigi Delneri nella stagione 2010/2011, Armand Traore, per parlare approfonditamente dei bianconeri e non solo:

Come sta procedendo la ricerca del nuovo club?

"Purtroppo ora ho abbandonato l'idea di trovare un club. Non mi alleno con una squadra professionistica da oltre sedici mesi e non gioco da più di due anni, quindi sto spostando le mie energie verso qualcos'altro".

Eppure sei ancora giovane per appendere gli scarpini al chiodo.

"È un peccato finire la mia carriera in questo modo, ma credo che questo sia stato il mio destino".

Hai visto ieri la Juve? Che ne pensi?

"Ha disputato un buon incontro, nelle ultime settimane stava attraversando davvero un periodo complicato. L'uscita dalla Champions League è stata la più grande delusione per me. Penso che la Juve possa centrare l'obiettivo Champions, è terza e ci sono ancora tante partite da giocare. È una sfida questa per dei calciatori che nella loro carriera hanno vinto tanti trofei, per me possono vincere anche qui".

E il ritorno di Dybala si è sentito, visto che è stato decisivo per il risultato finale.

"Sì, il ritorno di Dybala non può che essere una buona notizia per la Juventus. D'altronde, lo abbiamo già visto con il Napoli che è stato decisivo. Ha lottato molto con gli infortuni in questa stagione e credo che la squadra abbia sofferto per la sua assenza, sicuramente sarà molto importante per questo finale di stagione".

A Pirlo, tra le tante critiche ricevute, viene rimproverato un po 'di mancanza di personalità. Sei d'accordo con questa disamina?

"Le persone hanno bisogno seriamente di rilassarsi, Roma non è stata costruita in un giorno. Pirlo è un giovane allenatore che ha iniziato la sua carriera in una delle più grandi squadre di calcio del mondo, in uno spogliatoio pieno di ego e sotto tante pressioni. Sì, ha fatto cose buone e altre meno buone, ma la gente ha bisogno di vedere la visione a lungo termine di Andrea Pirlo. Quale? Semplice, la Juve deve tornare dove le compete. È una situazione simile a quella vissuta da Arteta quando l'Arsenal stava attraversando un periodo difficile. Per costruire qualcosa che valga la pena costruire ci vogliono pazienza e costanza. Dobbiamo dare alla 'Vecchia Signora' il rispetto che merita, essere paziente e fidarsi di chi costruisce la squadra".

La Juve tornerà in cima, come dicevi, ma con Cristiano Ronaldo in squadra?

"Se la Juve non dovesse qualificarsi in Champions, credo lascerà la squadra. Le possibilità sarebbero molto alte. Cristiano ama la vittoria e vorrà vincere di nuovo la Champions League in una squadra che glielo consentirebbe".

Chi compreresti per rafforzare la squadra?

"Mi piacerebbe molto vedere Haaland in bianconero, ma non so quanto sarebbe possibile. In alternativa ci sarà Aguero free agent, ecco per me lui sarebbe davvero un'ottima scelta".

In una recente intervista a Talksport, hai descritto il tuo primo giorno di allenamento e hai detto che molti giocatori della Juventus fumavano. Puoi spiegarci meglio?

"Non era il primo giorno, ma i calciatori in Italia e Francia hanno l'abitudine di fumare sigarette. I giocatori fumavano quando giocavo nele giovanili francesi, lì è normale a differenza dell'Inghilterra dove non si vedono questi comportamenti. Ho solo pensato che fosse abbastanza divertente da raccontare e diverso da quel che avevo visto. Nient'altro".

E ci sono altri ricordi che vorresti raccontare di quel periodo?

Mi sono davvero divertito a Torino. Ho incontrato belle persone dentro e fuori dal club. Giocare per un club leggendario come la Juventus, mi ha reso tifoso della Juve per il resto della mia vita. Sarò sempre fedele alla Vecchia Signora".

Si ringrazia Armand Traore per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.