DE LIGT GUIDA LA RISCOSSA DELLA DIFESA, LA VITTORIA PASSA DA LI

03.07.2020 11:20 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
DE LIGT GUIDA LA RISCOSSA DELLA DIFESA,  LA VITTORIA PASSA DA LI

Se la Juventus è prima in classifica ed ha incrementato il vantaggio sulle rivali il merito è di tutta la squadra, ma è innegabile che la formazione bianconera sia migliorata in difesa nelle ultime settimane.

I dati parlano in modo chiaro, la Juventus ha subito solo due reti nelle ultime sei partite, numero inequivocabile, mentre le altre tutte di più, il Napoli, Milan sei, Lazio, Parma e Fiorentina otto, Inter e Atalanta nove.

Numeri importanti che confermo come il reparto zebrato stia crescendo diminuendo il gap rispetto alle difese degli anni scorsi.

Il merito è soprattutto di una coppia, quella formata da Matthijs De Ligt e Leonardo Bonucci, considerando che Giorgio Chiellini è ancora fuori dai giochi come Merih Demiral e che Daniele Rugani è spesso spettatore non pagante.

La crescita di Matthijs De Ligt è evidente nella sicurezza e nelle prestazioni che sono arrivate negli ultimi mesi con sbavature sempre meno evidenti. Lo stesso diretto interessato lo conferma: ""Si adesso mi sento molto molto meglio e anche di testa sono più tranquillo. Questo è importante per giocare. Penso che in Italia ci siano tanti tipi di attaccanti. Lukaku ad esempio è possente e veloce. Immobile è molto molto forte spalle alla porta. Tutte le squadre hanno attaccanti forti e diversi. Tutte le partite sono delle sfide, i nostri avversari hanno tutti attaccanti di alto livello, io cerco prima delle gare di studiarli a fondo per rispondere alle loro caratteristiche e giocare al meglio. Penso che l'Inter sia una grande squadra, in questo momento è dietro solo di qualche punto. Quindi dobbiamo stare attenti a queste squadre. Ci sono ancora 9 partite da giocare, ogni gara è importante e ogni squadra è vicina al titolo. Penso sia una sfida tra noi, Lazio ed Inter".

La svolta è arrivata anche nel derby di andata con prima un fallo di mano e poi il gol importantissimo che è servito per vincere: "Il derby d'andata ovviamente è un bellissimo ricordo per me. È stato il mio primo gol con la Juve, il primo in Italia che ci ha dato una vittoria importantissima per 1-0. Era un momento non facile per me. Ricevevo molte critiche ed ero in difficoltà. Quel gol mi ha dato un po' di sollievo e felicità. Non solo a me ma a tutta la squadra. Grazie a quel gol sono migliorato tanto e sono diventato il giocatore che sono adesso. Penso che sia una partita davvero speciale, il derby della città di Torino. Sia la Juve che il Torino vogliono vincere, sarà una partita difficile non c'è dubbio. Loro hanno una buona squadra e con buoni giocatori, dobbiamo cercare di giocare al meglio anche in difesa, per non lasciare occasioni agli avversari e vincere la gara".

Ora arriva il secondo derby e la sfida sarà contro Belotti e Zaza, difficile duello attaccanti forti e veloci.

Ci vorrà la miglior Juve e soprattutto il miglior De Ligt, l'olandese ha il compito di continuare ad ottenere uno zero nei gol presi, vedendo quello che fa ultimamente l'attacco, sarebbe la miglior garanzia per la vittoria.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve