ATTACCO MEDIATICO CHIARO E STRUMENTALE, OBIETTIVO AFFOSSARE LA JUVE

30.11.2021 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ATTACCO MEDIATICO CHIARO E STRUMENTALE, OBIETTIVO AFFOSSARE LA JUVE
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Un attacco mediatico alla Juve vero e proprio, i bianconeri stanno vivendo un momento molto complicato con accuse pesanti che però nella sostanza hanno una spiegazione chiara.

Possiamo dire tutti quello che vogliamo ma i valori delle trattative contestate erano chiari da tempo, su 280 milioni, la metà sono operazioni con Barcellona e Manchester City, poi una con il Genoa e poi tutta una serie di operazioni minori. Insomma, la sensazione è che ci sia una situazione molto più mediatica di quello che esiste realmente sotto.

La società e la sua dirigenza si sono dichiarate tranquille e non c'è nessun motivo per pensare che la Juventus non sia libera di valutare un calciatore quanto le pare e pagarlo quanto le pare, se questa valutazione alla fine ha un senso.

Allo stesso tempo, allora, se da una parte ci sono valutazioni alte da spiegare, allora allo stesso modo si dovrebbero spiegare valutazioni basse che poi crescono. Una società di calcio può fare investimenti e questi poi possono essere positivi o negativi in base a come rende un giocatore, o a quelle che possono essere le sue prospettive o a situazioni contingenti.

Se la Juventus paga Rovella 38 milioni, questa operazione può essere un azzardo, ma può anche essere un'operazione oculata in ottica futura. Insomma, ci possono essere tante dinamiche che non devono avere una spiegazione totalmente oggettiva, perchè parliamo sempre di valutazioni soggettive, per qualcuno per esempio un investimento di 35 milioni su Locatelli può sembrare adeguato, mentre per altri può sembrare sbagliato.

Un altro esempio, la Juventus anni fa prese Ahn e lo pagò 1,5 milioni per poi rivenderlo a 4, poteva sembrare un'operazione forse azzardata ma alla fine si rivelò giusta. Ogni società ha il diritto di pagare un calciatore più o meno in base alla sua quotazione, se questo non è più possibile allora che vengano reintrodotti i parametri, come una volta a ogni società pagherà in base a quello...

Quanto stiamo sentendo in questi giorni è un vero e proprio attacco mediatico, vedendo anche la tempistica, un modo di colpire la Juventus in un momento caldo della stagione, un pò come lo scorso anno  con il recupero di Napoli-Juventus o il caso Suarez.

La domanda che ci facciamo è: per quanto tempo la Juventus dovrà subire queste angherie?

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve